Quantcast

Banner Gori
25 novembre
Sud - terza pagina

La proposta dell’Associazione l’Incrocio delle Idee per il 25 novembre

25 novembre–Giornata Mondiale per l’Eliminazione della Violenza contro le Donne, l’Incrocio delle Idee propone: violenza assistita da parte di minori

La proposta dell’Associazione l’Incrocio delle Idee per il 25 novembre

Castellammare di Stabia – 25 novembre – Giornata Mondiale per l’Eliminazione della Violenza contro le Donne, l’Associazione Socio Culturale, l’Incrocio delle Idee propone un’iniziativa che riguarda la violenza assistita da parte di minori.

Un fenomeno, quello dei bambini che assistono alle violenze domestiche, sicuramente non stimato nella sua complessità e gravità dagli adulti in famiglia, ma anche dagli operatori nelle istituzioni.

Un fenomeno, che provoca ricadute sul minore a livello emotivo, conoscitivo, fisico, pregiudicando in maniera significativa l’aspetto relazionale e che tende a restare sommerso o a essere considerato secondario e dunque a perdersi nel marasma del clima di violenza presente in famiglia.

Una proposta del sodalizio stabiese che non vuole essere esaustiva del problema, e mai lo potrebbe essere, ma che intende intanto diffondere la tematica in una giornata, che a livello nazionale si pone l’obiettivo di porre l’accento su un fenomeno circoscritto alla violenza contro le donne e con tutte i suoi drammatici aspetti collegati.

Oltre alla necessità di abbandonare l’idea che le questioni possono essere affrontate a scadenze prestabilite, ma che invece vanno affrontate, la dove è possibile e per la parte di propria competenza, ogni giorno.

Il tema dell’iniziativa che quest’anno l’associazione mette in campo è:

“L’altra faccia della violenza: la violenza assistita da minori in ambito familiare”.

“Per violenza assistita intrafamiliare si intende qualsiasi atto di violenza fisica, verbale, psicologica, sessuale ed economica compiuta su figure di riferimento o su altre figure significative, adulte o minori; di tale violenza il/la bambino/a può fare esperienza direttamente (quando essa avviene nel suo campo percettivo), indirettamente (quando il minore è a conoscenza della violenza) e/o percependone gli effetti”. (CISMAI – Coordinamento Italiano dei Servizi Contro il Maltrattamento e dell’Abuso all’Infanzia).

Una delle tante definizioni che ci aiuta a capire la gravità e quanto può essere, anche senza la dovuta consapevolezza, frequente questo fenomeno che sicuramente abbisogna di essere conosciuto e attenzionato soprattutto da tutti gli adulti che sono a contatto con i minori.

Da tutte le possibili agenzie formative, affinché responsabilmente formate si attrezzino per far emergere queste situazioni sommerse, e dunque riconoscere per tempo ogni segnale che possa condurre a questa forma di violenza.

L’iniziativa si terrà presso il Circolo Nautico di Castellammare di Stabia, che ha sede in via Bonito, con inizio alle 17,30.

Interverranno Carla Longobardi, studentessa universitaria; Luigi Malcangi, Referente Regione Campania Save the Children; Alfonsina de Filippis, Scuola dell’Infanzia Cava dei Tirreni.
Introdurrà e modererà la serata Giovanna Massafra Presidente dell’Associazione l’Incrocio delle Idee.

Sono previsti anche interventi artistici legati al tema in discussione, con la partecipazione di Giulia Conte, Gaemaria Palumbo, Fulvio Di Nocera (in arte Scapestro) e Giuliana Mura.

Giovanni Mura

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Giovanni Mura

Giovanni Mura

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Video

Aiutaci a darti sempre di più