Quantcast

Sud - cronaca

Via Marina, il comune di Napoli annulla il contratto con l’impresa

Contestati i ritardi e la mancata sicurezza nel cantiere

Trova un nuovo ostacolo la costruzione di via MarinaNapoli. Il comune, infatti, ha inviato una richiesta di rescissione del contratto con l’impresa incaricata del rifacimento del manto stradale. Ad essere contestati sono i ritardi dei lavori ed anche la mancata sicurezza del cantiere.

Rup (responsabile unico del procedimento) e direttore dei lavori per settimane hanno esaminato contratti e documenti e alla fine hanno ritenuto di interrompere la collaborazione per inadempienza della società.
Ritardi nella consegna del cantiere ma anche mancato rispetto delle norme su sicurezza e approvvigionamento, queste le motivazioni della decisione. L’impresa ha 15 giorni di tempo per rispondere alle contestazioni, poi da Palazzo San Giacomo valuteranno le risposte ( un atto meramente formale) e si giungerà alla risoluzione del contratto.
Poi, si deciderà cosa fare nella seconda fase: scorrere la graduatoria e assegnare i lavori oppure procedere con un nuovo bando.
Una decisione inaspettata, quella presa da Palazzo San Giacomo, che prolunga ancora una volta il termine di un cantiere tanto atteso quanto infinito. La consegna dei lavori si attendeva per gennaio 2017 ma a maggio 2018, con 11 milioni di lavori effettuati (su 15 milioni programmati in gara d’appalto), ancora è lontana la fine della riqualificazione di uno degli assi viari più importanti della città.
I lavori sono andati avanti per 3 anni, tra la rabbia degli automobilisti, intrappolati per mesi interi nella morsa del traffico per le transenne, poi i continui stop e la strada lasciata nell’abbandono.

Solo due mesi fa, è giunta notizia di un’inchiesta della Procura di Napoli sull’ipotesi corruzione di funzionari comunali e imprenditori. Da allora, il cambio alla guida degli uffici comunali, le opportune verifiche e ancora una volta lo stop dei lavori. Manca meno di un chilometro alla fine eppure quell’ultimo tratto è la prova decisiva. È tutto fermo da almeno 5 mesi.

Print Friendly, PDF & Email

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania