Quantcast

Sud - cronaca

I Tesori dei boss del napoletano passano nelle mani dei comuni

I palazzi dei boss passano allo Stato

Oltre 400 i beni sequestrati appartenenti ai boss del napoletano tra: case,  palazzi, box, terreni, immobili di ogni qualsiasi genere. Un ingente tesoretto che passa nelle mani dei comuni di appartenenza per un valore di circa 38 milioni di euro.

Questa la decisione della Prefettura dopo la riunione tra i responsabili dell’Agenzia nazionale per i beni sequestrati e confiscati alla camorra e i sindaci di 32 Comuni del Napoletano.

I beni confiscati ai clan non potranno più essere restituiti perchè entreranno a tutti gli effetti nel patrimonio indisponibile delle Amministrazioni, cioé non potranno mai essere venduti.

Tra i comuni di maggiormente interessati, Melito, con oltre 90 confische, ma anche Sant’Antimo (51), Casoria (34) e Torre Annunziata (24).

Dionisia Pizzo
Fonte: Napoli Today

Print Friendly, PDF & Email

SPONSOR

-

www.autoparti.it

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania