Sud - cronaca

Salerno, morte di Antonio Alexander: un 18enne fermato per omicidio

Dopo il ritrovamento del cadavere del giovane 18enne scomparso a Buonabitacolo, le autorità avrebbero già fermato un sospetto

Era giunta appena ieri la notizia del ritrovamento del corpo senza vita di Antonio Alexander Pascuzzo, il 18enne scomparso da Buonabitacolo, in provincia di Salerno, una settimana fa.  Nella stessa giornata, nella tarda serata, un ragazzo di 18 anni – del quale non e’ stata per il momento ancora rivelata l’identità– è stato fermato dai carabinieri della compagnia di Sala Consilina in provincia di Salerno con l’accusa di omicidio. Il giovane avrebbe ucciso il coetaneo di Buonabitacolo ed avrebbe lasciato il cadavere in una zona non lontana dal centro abitato del piccolo paese del Vallo di Diano, in una scarpata vicino la Piscina Comunale. Il presunto omicida, originario anch’egli dello stesso paese, da quanto si apprende, è stato interrogato dagli inquirenti per tutta la notte scorsa nella caserma dei carabinieri di Sala Consilina. Il delitto sarebbe maturato, almeno secondo la prima ipotesi degli investigatori, per motivi di spaccio di sostanze stupefacenti. Sul cadavere di Antonio Alexander Pascuzzo sono state ritrovate diverse ferite causate da coltellate al petto. Del giovane si erano perse le tracce alle 22.30 di venerdì 6 aprile. L’autopsia è stata fissata per domani mattina, presso l’ospedale di Polla.

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Mario Calabrese

Nato a Gragnano, diplomato al Liceo Classico "Plinio Seniore" di Castellammare di Stabia, attualmente iscritto al corso di laurea "Scienze per l'investigazione e la sicurezza" dell'Università degli Studi di Perugia

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania