Quantcast

Sud - cronaca

Napoli, prova ad evitare il controllo e il padre aizza i presenti contro il poliziotti: arrestati

Il ragazzo non aveva patente e documenti

Era un semplice controllo quello che i poliziotti volevano effettuare a due giovani ragazzi che procedevano su un motorino, ma uno dei due non era d’accordo e ha provato a divincolarsi dalla presa degli agenti. Il padre, presente sul posto, ha radunato un gruppo di persone per iniziare ad inveire contro i militari.

Così il controllo si è concluso con l’arresto dei due. La volante della Polizia di Stato, nella serata di ieri, era impegnata nei pattugliamenti della zona della Sanità. In manette, con arresto successivamente confermato in sede di convalida, sono finiti Salvatore Pellecchia, 21 anni, e suo padre Silvestro, 45 anni, accusati di resistenza e minacce a pubblico ufficiale; entrambi sono ritenuti vicini al clan Sequino, attivo nella Sanità. Il ragazzo era stato intercettato in via Arena alla Sanità mentre era con un coetaneo su uno scooter, entrambi senza casco. Durante gli accertamenti era saltato fuori che il ragazzo non aveva la patente né altri documenti identificativi; quando gli agenti hanno cercato di accompagnarlo in commissariato per l’identificazione, è intervenuto il padre e con lui un folto gruppo di persone, che hanno cominciato a inveire contro i poliziotti con offese e minacce. Sul posto sono intervenute altre due pattuglie. I due sono stati arrestati, l’altro ragazzo è stato rilasciato dopo l’identificazione.

Print Friendly, PDF & Email
Tags

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania