Quantcast

Banner Gori
Sud - cronaca

Napoli, allarme “Purple Drank”: rinvenuti flaconi per la preparazione del micidiale mix di stupefacenti

Napoli, allarme “Purple Drank”: rinvenuti flaconi per la preparazione del micidiale mix di stupefacenti

In provincia di Napoli è allarme “Purple Drank”. Alcuni flaconi per la preparazione dello “sballo del momento” sono stati rinvenuti a pochi passi dalla stazione dei carabinieri di Monteoliveto, abbandonati all’interno della vasca della fontana. Il mix di stupefacenti rappresenta un serio pericolo per i più giovani. Gli ingredienti per la preparazione del miscuglio sono purtroppo molto semplici da recuperare, cosa che sta favorendo la sua diffusione.

La Purple Drank, il nuovo mix che sballa i giovani, è arrivata a Napoli. Si tratta di un prodotto molto pericoloso che manda in tilt il cervello. Abbiamo già denunciato da tempo i primi casi”. La denuncia arriva dal consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, e dal conduttore de “La Radiazza” su Radio Marte, Gianni Simioli.
Su internet ci sono varie guide su come prepararla. Si tratta di un mix tra uno sciroppo per la tosse che contiene la codeina, un derivato della molecola della morfina, e una gazzosa. Il prodotto è una vera e propria droga psicoattiva con effetti collaterali particolarmente gravi come difficoltà respiratorie e perdita dei sensi. A Napoli i giovani ne farebbero uso in strada, in particolar modo nell’area del centro storico, come abbiamo già ampiamente denunciato. Durante i sopralluoghi in occasione della pulizia della fontana in piazza Monteoliveto abbiamo avuto modo di rinvenire vari flaconi di medicinale abbandonati all’interno della vasca. Questo significa che i giovani assumono la Purple Drank a due passi dalla vicina caserma dei carabinieri”.

“Il dossier dunque si allarga. In una città in cui c’è un problema di carattere socio-sanitario legato all’abuso di alcool tra i giovani, occorre intervenire con la massima attenzione per contrastare il problema. Sempre più spesso si incrociano giovani in stato di incoscienza, riversi a terra in strada dopo essersi ubriacati. Gli ultimi casi li abbiamo segnalati durante il primo weekend dell’anno, con giovanissimi accasciati sui marciapiedi in via Vittorio Imbriani e via Carducci. Anche a Capodanno decine di ragazzini vagavano completamente ubriachi sul lungomare di via Caracciolo, acquistando alcolici dai venditori abusivi. Uno di loro è finito addirittura in ospedale dopo aver perso i sensi in via Palepoli. Ora, oltre al problema alcol, occorre fare i conti con questo nuovo stupefacente. Purtroppo creare questa droga è molto facile in quanto il preparato si ottiene grazie a due prodotti legali e liberamente acquistabili. Per questa ragione – concludono Borrelli e Simioli – le forze dell’ordine dovranno prestare massima attenzione per evitare la diffusione di questa nuovo prodotto stupefacente”.

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Avatar

Mario Calabrese

Nato a Gragnano, diplomato al Liceo Classico "Plinio Seniore" di Castellammare di Stabia, attualmente iscritto al corso di laurea "Scienze per l'investigazione e la sicurezza" dell'Università degli Studi di Perugia

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

www.autoparti.it

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

I nostri ultimi video

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania