Sud - cronaca

Napoletani scomparsi in Messico, i familiari chiedono incontro con Fico:”L’impegno non sia solo uno slogan”

I familiari dei tre napoletani scomparsi in Messico dallo scorso Febbraio chiedono un incontro con il presidente della Camera Roberto Fico

Dopo un sit-in all’ esterno di Montecitorio durante il quale è stato esposto un cartellone polemico che cita “La politica dimentica i suoi figli, ma non la poltrona”, i familiari dei tre napoletani scomparsi in Messico dallo scorso Febbraio hanno chiesto un incontro con il presidente della Camera, Roberto Fico: a renderlo noto, riferisce l’ Ansa, è stato l’avvocato Claudio Falleti, legale delle famiglie Russo e Cimmino, che oggi è stato ricevuto da alcuni collaboratori della terza carica dello Stato dopo un sit-in non autorizzato a Roma, davanti Montecitorio.

Alcuni parenti di Raffaele e Antonio Russo, e di Vincenzo Cimmino, hanno organizzato il sit-in per sensibilizzare, di nuovo, l’ opinione pubblica sulla tragedia che stanno vivendo dallo scorso 31 gennaio, quando si sono perse le tracce dei loro congiunti.
“Siamo parzialmente soddisfatti, – ha dichiarato all’ Ansa l’avvocato Falleti – attendiamo la convocazione del presidente Fico. É stato fatto un altro passo verso la famiglia e speriamo di non doverne registrare uno indietro. Le famiglie Russo e Cimmino meritano l’interesse dello Stato e ‘siamo tutti italiani’ non deve essere solo uno slogan“.

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Mario Calabrese

Nato a Gragnano, diplomato al Liceo Classico "Plinio Seniore" di Castellammare di Stabia, attualmente iscritto al corso di laurea "Scienze per l'investigazione e la sicurezza" dell'Università degli Studi di Perugia

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania