Quantcast

Sud - cronaca

Castellammare, la Dia pubblica la relazione sui clan camorristici della zona

Clan ed egemonia sul territorio

Dall’enunciazione della  seconda relazione semestrale della Dia pubblicata ieri viene enunciato il clan più temuto del comprensorio stabiese.

Da queste indagini sembrerebbe che i D’Alessandro sarebbero i clan egemone, dediti allo spaccio e alle estorsioni, nonostante gli arresti, il clan rimane forte e compatto. A gestire gli affari sarebbero le mogli dei boss che avrebbero sostituito l’operato dei mariti attualmente in carcere.

Il clan di Scanzano, si muoverebbe liberamente sul territorio stabiese, grazie alle alleanze strette nel corso del tempo.

A minare l’egemonia del clan sarebbe la presenza sul territorio di altre entità che vorrebbero soppiantarli e a dimostrazione di ciò la Dia porta l’esempio della sparatoria avvenuto nel centro Antico qualche mese fa.

I Cesarano, invece, a causa di alcuni arresti importanti nelle ultime settimane, sono stati ridimensionati.

Il clan lavora soprattutto sulle estorsioni e in minima parte allo spaccio grazie all’accordo stretto con i Tamarisco di Torre Annunziata.

Sui Lattari l’egemonia va invece ai  Di Martino che ormai sono l’unico vero clan forte e organizzato.

Secondo la Dia, però sarebbe nato un nuovo gruppo criminale, gli omicidi nella zona infatti affermerebbero che gli equilibri nel narcotraffico si sono rotti.

Print Friendly, PDF & Email

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania