Perugia
Vivicentro

PERUGIA E LA RITROVATA ABBONDANZA A CENTROCAMPO

L’8 del Perugia, Salvatore Burrai, che come detto in intervista esclusiva a Tef Channel ha da sempre scelto quel numero che gli ha portato bene, sta meglio e dopo l’infortunio, domenica scorsa ha avuto la possibilità di giocare un pezzo di partita. Per sua stessa ammissione non sta ancora al top, ma vista la lontananza di un mese dai campi, non potrebbe essere altrimenti. Nell’ultima settimana – prosegue – ha però lavorato tanto e bene. Potrebbe ritornare per una gara intera. Lui che sembra aver con gli allenatori (dai tempi di Allegri al Cagliari, che ha confessato, quando si rivedono non solo lui saluta con gran affetto, ma soprattutto è contraccambiato da quello che definisce un gioioso allenatore, dietro l’aspetto currucciato) sempre il giusto rapporto; anche con Caserta, nonostante in sua assenza, l’arrivo dei risultati per i Grifoni, il feeling sembra assicurato. D’altronde Burrai e Caserta avevano un precedente di esperienza comune da calciatori, a Castellammare. Il mister era il capitano di quella squadra e Salvatore Burrai arrivò a gennaio. Sempre secondo il racconto del centrocampista, Fabio Caserta era già allora persona seria, anche un pò chiusa. Da giocatore ad allenatore avrebbe, agli occhi di Burrai, cambiato quelle sue chiusure in aperture di positività, oltre ad una gran preparazione. L’allenatore perugino sembra infatti non voler far a meno della qualità del centrocampista sardo nel ‘vecchio’ quanto nel ‘nuovo’ modulo. Dal canto suo Burrai fa sapere che si trova bene nel 3-5-2 che ha, dati alla mano, offerto significativo apporto. Così come si troverebbe ugualmente in 4-3-1-2, o altro. Intanto ha giocato in coppia con Moscati, facendolo ‘traslocare’ sulla destra, quando ormai aveva preso le misure al centro. Per domenica contro la prima della classe Sùdtirol, si potrebbe invece ipotizzare anche un cambio di compagni di reparto, visto il ritorno all’abbondanza in quella zona di campo.

Ed a proposito di prime della classe, Burrai stesso infine ha fatto notare come la vittoria netta sul Padova abbia dato il là all’autostima di una squadra, quella biancorossa, che da insieme iniziale di giocatori tutti da ‘assemblare’ è diventata gruppo. E che però non deve mai abbassare la guardia, per non dar spazio al ritorno di crepe, come un pò gli ultimi due zero a zero han dimostrato. Domenica, il play di Sassari potrà anche aver al fianco l’altro Salvatore, Elia, anche lui in fase di recupero, anche lui in settimana ai microfoni di Tef Channel. Rosi sulla destra sta facendo molto bene in entrambi le fasi. Difficile quindi scalzarlo. Ma per ridar pian piano slancio anche ad Elia, lo si potrebbe alternare in staffetta di gara.

L’esterno ha detto di trovarsi bene anche nel 3-5-2, pur essendo sempre stato portato a curare quasi esclusivamente la fase offensiva alta nel 4-3-3. Con mister Fabio Caserta sta imparando non solo a scoprire la fascia, ma anche a ricoprirla su e giù. Sa che deve immedesimarsi nel ruolo più propriamente di quinto. Lavoro che va ad aggiungersi al ritrovamento della forma esatta. Ma potrebbe tornare ad uno spezzone anche nella sfida con l’attuale capolista. In attacco invece le scelte sembrano obbligate con Murano che potrebbe rientrare al fianco di Melchiorri. Minesso che ha debuttato domenica scorsa, potrebbe subentrare a gara in corso se dovesse esserci il caso di ricercare forza agile aggiuntiva in supporto all’impostazione della fase di offesa.

Questa volta visto il lungo viaggio da affrontare per la trasferta, la rifinitura più che mai dovrà esser utilizzata per rafforzare le convinzioni della settimana, via via assunte. Anche la Conferenza Stampa pre gara ha subito notevole variazione d’anticipo rispetto al consueto. Anche in Lega Pro si osserverà il minuto di silenzio in ricordo della scomparsa di Diego Armando Maradona.

 

Carmine D’Argenio

 

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo e delle eventuali fonti in esso citate.