Quantcast

Banner Gori
Report, eccezionalmente in onda domenica 16 giugno
Spettacoli

Report: eccezionalmente in onda domenica 16 giugno

 Report comunica che la prossima puntata andrà in onda, eccezionalmente, domenica 16 giugno, alle 20.40, sempre su Rai3 e RaiPlay (https://www.raiplay.it/dirette/rai3)con una puntata in cui, pochi giorni dopo l’arresto, torna a occuparsi della vicenda che coinvolge Paolo Arata, esperto nel campo energetico ex Forza Italia e ora vicino alla Lega, accusato di essere in affari con il re dell’eolico Vito Nicastri, accusato dai magistrati di essere il finanziatore della latitanza di Matteo Messina Denaro. Secondo il gip di Palermo, Arata avrebbe portato in dote a Nicastri e altri imprenditori i suoi legami con la politica, e in particolare con l’ex sottosegretario Armando Siri.

Le inchieste:

CHI GIOCA COL FUOCO
di Rosa Maria Aquino e Stefano Lamorgese

I vigili del fuoco, sempre in prima linea sulle emergenze, hanno attraversato da protagonisti tutte le grandi catastrofi italiane. Ma loro come stanno? Hanno sufficienti uomini, viaggiano su mezzi sicuri, hanno le giuste tutele sanitarie? E che cosa si nasconde dietro agli appalti dei Canadair e degli elicotteri che spengono gli incendi boschivi? Grandi monopolisti e società che fanno cartello tra loro conquistano tutte le gare pubbliche. Tutto regolare? La nostra inchiesta, da terra all’aria analizzerà “chi gioca col fuoco”.

FUTURO IMBALLO
di Cecilia Andrea Bacci

Il 40% della plastica prodotta nel mondo – 8,3 miliardi di tonnellate tra il 1950 e il 2015 – viene utilizzata per realizzare imballaggi. Di tutta quella plastica, ne è stata riciclata appena il 9%. La produzione cresce e, dai 340 milioni attuali, potrebbe arrivare a superare un miliardo di tonnellate all’anno entro il 2050. Dovevamo ridurre, riutilizzare e riciclare. A che punto siamo? E come funziona la raccolta della plastica, che riguarda prevalentemente gli imballaggi domestici?

IL PAPIRO
di Giulia Presutti

Nel 2004 arriva in Italia un incredibile reperto: un papiro lungo 3 metri che contiene un testo inedito attribuito al geografo antico Artemidoro e, su fronte e retro, disegni di animali e di parti anatomiche umane. Immagini così su un papiro non si erano mai viste. Per questo il prezzo è da record: 2 milioni e 750mila euro. Ad acquistarlo è la Compagnia di San Paolo, fondazione bancaria con scopi filantropici, principale azionista di Intesa Sanpaolo. Ma presto emergono particolari inquietanti: il papiro è arrivato senza documenti sulla sua provenienza e il testo sembra opera di un falsario. Ma chi ne ha sponsorizzato l’acquisto? E a chi sono andati i soldi della vendita? Un’indagine della procura di Torino e, soprattutto, i risultati delle analisi chimiche sugli inchiostri fatte dal Ministero dei Beni Culturali, che Report ha potuto vedere in anteprima, aiuteranno a capirne di più.

Com’è andata a finire?
DENTRO IL TUNNEL
di Giovanna Boursier

A gennaio, nell’analisi costi benefici sulla Tav, la nuova linea ferroviaria Torino Lione, l’equipe di studiosi coordinata dal professor Marco Ponti, a cui il ministro Toninelli aveva affidato l’incarico di esaminare il progetto, lo aveva valutato negativo per 7 miliardi di euro, considerando tra i costi per lo Stato anche i mancati introiti delle accise sul carburante che i camion non pagherebbero più se il traffico di merci si trasferisse dalla strada al treno. Ma due mesi prima, lo stesso gruppo di studiosi, nell’analisi costi benefici del Terzo valico, la Milano-Genova, toglie dai costi per lo Stato la perdita di accise, pur scrivendo che così la valutazione non sarebbe corretta. Perché così gli indica di fare il ministero dei Trasporti che, a sua volta, scrive che considerare la perdita di accise tra i costi non è pienamente in linea con le linee guida del Ministero ed europee. Dunque la valutazione si fa in base alla scelta politica. Tanto che alla fine è lo stesso Ponti a dichiarare che la Tav non è il male peggiore.

L’ARMA ELETTRICA
di Antonella Cignarale
collaborazione di Simona Peluso e Alessia Pelagaggi

La pistola a impulsi elettrici è sbarcata anche in Italia. Siamo ancora alla fase sperimentale, ma la direzione sembra essere quella di dotare della nuova arma le forze dell’ordine nazionali, la polizia locale e perfino chi lavora sui treni. Il dispositivo viene presentato come alternativa alle armi da fuoco per affrontare situazioni critiche causando meno danni e infortuni e permettendo di mantenere una distanza di sicurezza. Va usata correttamente, da personale altamente formato e consapevole delle avvertenze dei produttori e dei possibili effetti sui soggetti più a rischio. Come sono stati valutati i possibili rischi per la salute e quelli legati alle modalità d’uso dai ministeri competenti?

Sabato 15 giugno alle 16.35 su Rai3 andrà in onda la puntata di Report di lunedì scorso.

Sarà riproposta “La scoperta dell’acqua calda”, di Adele Grossi: le cure termali sono davvero efficaci. A seguire “I commercialisti” di Luca Chianca: chi gestisce le casse della Lega? Con Giorgio Mottola scopriremo chi sono “I vampiri” che di notte spillano carburanti dalle oleodotti, mentre Manuele Bonaccorsi andrà a vedere cosa si nasconde dietro i portali di prenotazione alberghiera: “Un fisco per l’estate”. Infine “Un diamante per sempre”: Emanuele Bellano tornerò sulla truffa dei diamanti da investimento

Tutte le puntate sono disponibili sul nostro sito web: https://www.rai.it/report

Buona visione,
La redazione

Print Friendly, PDF & Email
https://alleanzalavoro.it/

In merito all'autore

Avatar

Redazione

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più