Quantcast
Banner Gori
Via Plinio, 3 agosto 2016
Notizie Varie

Stabia, Via Plinio: la Via dimenticata

                               Via Amato all’incrocio con Via Plinio

Lettera a vivicentroCome già avevo segnalato tempo fa, ancora oggi Via Plinio, soprattutto al crocevia con Via Amato, è una strada dimenticata di Castellammare di Stabia.

I mezzi continuano a scendere per Via Amato  come documentano le foto scattate oggi tra le ore 9.15 e le ore 9,30.

Ecco come si presentava, questa mattina, la strada:

Via Plinio, 3 agosto 2016 COMBI

Questo succedeva con l’amministrazione Cuomo, con il Commissario (che premiava il lavoro dei dirigenti ?) ed è quello che succede ancora oggi.

Che dire, il detto: ”Cambiano i suonatori ma la musica è sempre la stessa”, per via Plinio è una realtà immutabile nel tempo.

            Francesco Eresiarco

 vivicentro.it/sud/opinione – Stabia, Via Plinio: la Via dimenticata (Francesco Eresiarco)

Note su Stabia da wikipedia:
Castellammare di Stabia (in napoletano Castiellammare, talvolta anche Castllammare) è un comune italiano di 66 618 abitanti della città metropolitana di Napoli in Campania.

Castellammare di Stabia è situata nella parte sud della città metropolitana di Napoli, nel territorio compreso tra la fine della zona vesuviana e l’inizio della penisola sorrentina. La città sorge in una piana di natura alluvionale-vulcanica, in una conca del golfo di Napoli, protetta a sud dalla catena dei monti Lattari, mentre verso oriente si perde nelle campagne attraversate dal fiume Sarno, il quale sfocia nel mare di Castellammare di Stabia. Proprio questi elementi naturali segnano il confine con le città limitrofe: il fiume Sarno infatti divide la città stabiese da Torre Annunziata e Pompei a nord, il monte Faito da Vico Equense e Pimonte a sud. A est la città confina con Sant’Antonio Abate e con Santa Maria la Carità, mentre la zona ovest risulta essere la fascia costiera.

Castellammare di Stabia ha una superficie di 17,71 km², con un’altezza media di 5 metri sul livello del mare, anche se in realtà si parte dallo 0 lungo la costa fino ad arrivare a 1202 metri sul monte Faito.

La zona ha una classificazione sismica definita media.

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Redazione Campania

Redazione Campania

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più