Quantcast
Banner Gori
Notizie Varie

Castellammare, ex termali chiedono chiarimento sul fallimento delle Terme

Castellammare di Stabia, un gruppo di 42 ex termali stanno tentando di fare chiarezza sul fallimento delle Terme di Stabia e, soprattutto stanno cercando uno spiraglio per il loro futuro.

Nelle ultime ore gli ex lavoratori della municipalizzata fallita Terme di Stabia hanno protocollato presso il Tribunale di Torre Annunziata un’istanza di accesso agli atti della procedura fallimentare dello stabilimento del Solaro. E’ stata fatta una richiesta formale rivolta anche a Massimo Sequino, curatore fallimentare delle Terme. Si tratta del secondo tentativo nel giro di pochi mesi, visto che già in precedenza gli ex termali attraverso il loro legale avevano chiesto invano l’accesso agli atti. Gli ex lavoratori delle terme hanno intentato causa contro la Sint (la partecipata comunale che gestisce il patrimonio immobiliare di Terme) per chiedere la riassunzione.

L’obiettivo è stabilire se il licenziamento collettivo dei 100 dipendenti di Terme di Stabia (fallita nel 2015) sia avvenuto prima o dopo l’acquisizione del complesso da parte di Sint, la società che gestisce i beni delle terme. I termali hanno richiesto degli atti che però non sono stati ancora visionati dai legali degli ex lavoratori.

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Vincenza Lourdes Varone

Vincenza Lourdes Varone

Diplomata al Liceo Classico "Plinio Seniore", successivamente laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali presso l'Università degli studi di Napoli, l'Orientale. Attualmente iscritta al corso di Studi Internazionali presso la stessa università, per il conseguimento della Laurea Magistrale.

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più