Quantcast

La battaglia di Lepanto, nella Galleria delle carte geografiche, Musei Vaticani.
Cultura Eventi Spettacoli

Battaglia di Lepanto, 447° anniversario, l’agosto messinese

447° ANNIVERSARIO DELLA BATTAGLIA DI LEPANTO: DOMANI NUOVO INCONTRO A PALAZZO ZANCA PER LA DEFINIZIONE DEGLI ASPETTI TECNICO LOGISTICI PER “LO SPETTACOLARE SBARCO DI DON GIOVANNI D’AUSTRIA”

Dopo il briefing di venerdì scorso tra il sindaco, Cateno De Luca, ed il direttore artistico e coordinatore della X edizione de “Lo Spettacolare Sbarco di Don Giovanni d’Austria”, Enzo Caruso, domani, sabato 28, alle ore 9.30, a Palazzo Zanca, si svolgerà un nuovo incontro, promosso dal Sindaco, tra gli assessori Salvatore Mondello, Massimiliano Minutoli, Dafne Musolino, Giuseppe Scattareggia e Roberto Vincenzo Trimarchi, il dirigente il dipartimento Politiche Culturali, Salvatore De Francesco, e il Comitato “Don Giovanni d’Austria” dell’associazione Aurora, per definire i dettagli tecnici e logistici della complessa macchina organizzativa del Corteo Storico Navale, previsto sabato 11 agosto.

L’evento turistico-culturale, che caratterizza l’agosto messinese dal 2009, organizzato dall’associazione Aurora, in compartecipazione con enti istituzionali civili e militari e associazioni culturali, gode di patrocini prestigiosi e rientra nel calendario delle manifestazioni promosse dal network “Sulle Rotte di Lepanto. Dallo Scontro all’Incontro”, a cui aderiscono enti e associazioni di città accomunate dalla stessa storia e dall’obiettivo di promuovere i valori dell’incontro e della pace, attraverso la cultura e il turismo, tra i popoli del Mediterraneo accomunati dall’epico scontro combattuto nelle acque di Lepanto il 7 ottobre 1571. Ne fanno parte, per l’Italia, Messina, Venezia, Gaeta, Marino, S. Severo, Nicosia (EN): per la Grecia, Nafphaktos (Lepanto), Cipro, Unione dei Comuni della Grecia (KEDE); per Spagna, Yuste, Tenerife (Isole Canarie); e per la Germania, Regensburg. “Lo Spettacolare Sbarco di Don Giovanni d’Austria” rievoca la calorosa accoglienza e gli onori che Città di Messina e il Senato tributò al figlio naturale di Carlo V, giunto nelle acque dello Stretto nell’agosto del 1571 al Comando della più grande flotta navale mai messa insieme composta di oltre 300 navi e 80 mila soldati, marinai e vogatori che rimasero a Messina, prima di salpare, per circa tre mesi. La prima rievocazione dell’evento risale al 14 agosto del 1903, quando il Presidio Militare di Messina si prestò per l’organizzazione di un Corteo Storico che partì dalla Cittadella.

 

Dionisia Pizzo

Print Friendly, PDF & Email

SPONSOR

-

www.autoparti.it

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania