Quantcast

Banner Gori
Zucchine sott’olio fatte in casa
Conserve Cucina

Zucchine sott’olio fatte in casa: ricetta antica e semplicissima

Le Zucchine sott’olio fatte in casa, come Melanzane, Fagiolini, Carciofini e Peperoni, sono perfette da preparare a settembre per avere una scorta di verdure da consumare nei mesi successivi.

Preparare in casa la propria provvista di alimenti da gustare anche fuori dal tempo di stagione degli stessi è una pratica normalmente utilizzata nel passato e man mano abbandonata perdendo così un qualcosa di salutare ed economico per ogni famiglia che potrebbe così conservare il raccolto del loro orto o quanto potrà comprare, in stagione, a buon prezzo andando magari al mercato generale.

La scelta del quanto conservare è molto vasta. Quest’oggi ci occupiamo del come conservare le zucchine sott’olio.

Prima di andare oltre vi raccomando ancora di seguire i consigli per preparare le vostre conserve in sicurezza che vi ho dato e, per non vanificarle, vi raccomando anche di “lavorare” in un ambiente igienizzato, di lavarvi bene le mani e, perché no, usare anche una mascherina.

INGREDIENTI

  • 1Kg di zucchine
  • 300 ml aceto di vino (o di mele per gli intolleranti) bianco
  • 500 ml acqua
  • aglio 3 spicchi
  • olio extravergine d’oliva a riempimento
  • sale grosso q.b.
  • menta q.b.
  • peperoncino q.b.

NOTE:

  1. Rispettate tutte le regole che vi abbiamo QUI indicato e consulta anche le linee guida ufficiali del Ministero della Salute sulle conserve fatte in casa.
  2. Prima di consumarle verifica che il sottovuoto sia avvenuto correttamente: aprendo il barattolo sentirai un rumore secco, se non lo senti e in superficie si sono formate muffe o bollicine d’aria, non consumare il prodotto.
PREPARAZIONE

  1. Smussa e lava accuratamente le zucchine, sbucciale aiutandoti con un pelapatate, tagliale a fette dello spessore di 3 mm circa e poi a bastoncini.
  2. Metti le zucchine in uno scolapasta capiente sovrapponendo le fette e aggiungendo del sale grosso ad ogni strato. Coprile con un piatto, poni un peso sopra (ad esempio un recipiente pieno d’acqua), in modo che il liquido di vegetazione venga eliminato. Lascia riposare per circa 5-6 ore, poi strizzale accuratamente dall’eventuale liquido di vegetazione residuo.
  3. Porta a ebollizione l’acqua con l’aceto, al bollore immergi le zucchine e cuocile per 1 minuto circa. Scolale accuratamente, se necessario strizzale delicatamente e lasciale raffreddare su un canovaccio pulito.
  4. Sbuccia l’aglio e taglialo a pezzetti, lava e asciuga le foglie di menta (o di prezzemolo), se usi il peperoncino intero taglialo a pezzetti. Per una conservazione migliore e più duratura è meglio che gli aromi siano secchi, o che siano stati sbollentati anch’essi in acqua e aceto.
  5. Riempi i barattoli sterilizzati con uno strato di zucchine, aggiungi qualche pezzetto di aglio, qualche fogliolina di menta e del peperoncino e continua a riempirli con le zucchine, alternando con aglio, menta e peperoncino e lasciando un paio di centimetri dal bordo.
  6. Premi bene per non far formare bolle d’aria all’interno del vasetto e assicurati che non ci siano spazi vuoti all’interno. Riempi i barattoli di olio, fino a ricoprire completamente le zucchine. Chiudi il tappo di ogni barattolo. Ora porta al bollore di nuovo una pentola con acqua, sul cui fondo sarà stato disposto un canovaccio pulito, immergi i vasetti e lasciali bollire per circa 20 minuti. Togli dall’acqua i vasetti e ponili a raffreddare.
  7. Aspetta almeno una settimana prima di consumare le zucchine, in modo che si insaporiscano bene, e conservale in un posto fresco e asciutto, possibilmente al buio.

Zucchine sott’olio fatte in casa: ricetta antica e semplicissima / Cristina Adriana Botis

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo e delle eventuali fonti in esso citate.

Print Friendly, PDF & Email
https://alleanzalavoro.it/

In merito all'autore

Cristina Adriana Botis

Cristina Adriana Botis

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più