Quantcast
Banner Gori
Morti in America (foto Mario Tama per The New York Times)
Attualità Cronaca

Negli Stati Uniti il Coronavirus ha ucciso, ad ora, 250.000 persone

Le scuole pubbliche di New York City stanno chiudendo di nuovo. Negli Stati Uniti il Coronavirus ha ucciso, ad ora, 250.000 persone

Negli Stati Uniti il Coronavirus ha ucciso, ad ora, 250.000 persone

Le scuole pubbliche di New York City stanno chiudendo di nuovo i battenti. Mercoledì gli Stati Uniti hanno superato un tragico traguardo, raggiungendo 250.000 decessi correlati al Coronavirus, un numero che dovrebbe continuare a salire vertiginosamente con l’aumento delle infezioni a livello nazionale.

La gravità della situazione dipenderà da una serie di fattori, tra cui quanto bene vengono seguite le misure preventive e quando sarà introdotto un vaccino.

A marzo, quando il virus era ancora relativamente nuovo e limitato principalmente a poche sacche significative come New York, il dottor Anthony S.

Fauci, il massimo esperto di malattie infettive del paese, aveva previsto che avrebbe potuto uccidere fino a 240.000 americani. Ora quel numero è stato superato e non se ne vede ancora la fine.

Fin dall’inizio, misure preventive come indossare maschere sono state coinvolte in una divisione politica, e questo rimane un caso ancora oggi mentre l’amministrazione Trump resiste all’inizio di una transizione di potere al presidente eletto Joseph R.

I nuovi vaccini potrebbero iniziare ad avere un impatto l’anno prossimo, hanno detto gli esperti, e per ora, gli sviluppi nel trattamento della malattia e l’infezione di una popolazione più giovane significano che molte meno persone che vengono ricoverate negli ospedali muoiono.

Il giorno più mortale della pandemia negli Stati Uniti è stato il 15 aprile, quando il calcolo dei morti giornaliero riportato ha raggiunto 2.752.

Fino al 24 aprile erano morte 50.000 persone. Verso la fine dell’estate, il numero di casi segnalati quotidianamente negli Stati Uniti si è attenuato, dopo un breve picco in luglio. Secondo un database del New York Times , il 22 settembre si erano verificati un po’ più di 6,9 milioni di casi totali negli Stati Uniti .

Si prevede che la combinazione dell’inizio dell’inverno, del lavoro con misure preventive, viaggi di vacanza e raduni, nonché il mosaico di risposte in tutti i 50 stati, farà aumentare ulteriormente il numero.

Oggi, Mercoledì, negli Stati Uniti sono stati annunciati oltre 172.000 casi, il secondo più alto totale giornaliero della pandemia. «Abbiamo molte persone che non sono state ancora infettate da questo», ha detto il dottor Sha-man.

 Neil MacFarquhar / The New York Times

Cristina Adriana Botis Redazione vivicentro

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo e delle eventuali fonti in esso citate.

Print Friendly, PDF & Email

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più