Quantcast
Banner Gori
Cronaca

Russia, arrestati centinaia di oppositori a Mosca e San Pietroburgo

Tensione altissima e disordini in Russia, dove centinaia di studenti sono scesi in piazza  per partecipare alla manifestazione contro la corruzione.

LA PROTESTA

La manifestazione “non autorizzata” dal Comune di Mosca si è conclusa con fermi e arresti da parte della polizia. Secondo l’ong “Ovd Info” i fermi sono almeno 750 nella capitale e 900 a San Pietroburgo. Le proteste, che si sono svolte in tutto il Paese in maniera per lo più pacifica, sono degenerate a Mosca, soprattutto in Piazza Pushkin.

La polizia ha usato il braccio di ferro per sedare le proteste: vi sono infatti casi documentati di pestaggi da parte degli agenti e su Twitter alcuni attivisti denunciano violenze nei commissariati. Molti oppositori noti sono stati arrestati: Ilya Yashin , ex vicesegretario di Parnas e amico d Boris Nemtsov; Maria Boronova di Open Russia, l’organizzazione fondata dall’ex oligarca Mikhail Khodorkovsky e Alexei Navalny, attivista simbolo della protesta bloccato dalle forze dell’ordine sull’uscio di casa mezz’ora prima che iniziasse la protesta. Dopo poche ore è circolata la notizia della sua condanna a un mese di reclusione per violazione alle norme che regolano i raduni pubblici.

UN PASSO INDIETRO

Gli scontri degli ultimi giorni in Russia sono figli di ciò che accadde lo scorso 26 marzo. L’attivista e blogger Alexei Navalny accusò pubblicamente il premier Dmitri Medvedev di corruzione e chiamò i suoi seguaci a scendere in piazza in oltre cento città della federazione per protestare. Durante la manifestazione Navalny venne caricato su un pulmino della polizia e oltre 700 persone vennero fermate dalle autorità.

LA CORRUZIONE

La corruzione è un problema endemico della Russia, e colpisce tanto il settore pubblico quanto quello privato. Secondo stime ufficiose, il mercato della corruzione rappresenta circa il 50%del Pil, ma i dati ufficiali della procura generale ridimensionano il problema e parlano  di un danno di circa 75 miliardi di rubli all’anno (oltre 1,2 miliardi di euro)

 

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Debora Vella

Debora Vella

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più