Arriva l'aria Polare
Arriva l'aria Polare

Arriva l’aria Polare: Piogge Battenti e NEVE fino in collina!

Arriva l’aria Polare:  nel Weekend clima via via più freddo e condizioni di maltempo diffuso su Sardegna occidentale, Toscana, Lazio, Campania, Calabria tirrenica settentrionale e Sicilia. Piogge anche al Nordest e in Lombardia. Neve: via via fino in Collina in Sardegna e sugli Appennini, in valle sulle Alpi orientali. Prossima Settimana: fredda e instabile. Immacolata: super ondata di gelo, possibile neve in pianura.

Dicembre, confermato l’avvio freddo e pure nevoso almeno fino all’Immacolata.

E’ questa la novità più interessante che riguarda l’inizio del prossimo mese che potrebbe riservare condizioni meteorologiche decisamente invernali, con nevicate a bassissima quota.

Ma le sorprese non finiscono qui, anzi: la tendenza per le successive settimane per a Natale è a dir poco clamorosa: in arrivo un inverno old style.

Il generale inverno, dunque, bussa alle porte dell’Italia e già nel corso dei primi giorni di dicembre farà sentire i suoi effetti su molte regioni, con tanto freddo e temperature fin sotto le medie climatiche.

Per capire meglio l’evoluzione prevista dobbiamo come al solito dare uno sguardo al quadro europeo dove emerge chiaramente come già dall’avvio del prossimo mese la risalita dell’alta pressione verso la Groenlandia e l’Islanda provocherà di risposta una seria irruzione di aria artica sull’Europa e quindi sul nostro Paese.

Ecco quindi che nel corso della prossima settimana i fiocchi di neve potrebbero scendere a bassissima quota specie al Centro Sud. Molto dipenderà dall’intensità delle precipitazioni e dalla posizione in cui si formeranno i minimi depressionari.

Queste condizioni meteorologiche potrebbero accompagnarci almeno fino alla festività dell’Immacolata, che si preannuncia quindi alquanto fredda e instabile.

Nei giorni successivi la nostra attenzione si concentra questa volta sulle regioni settentrionali; si verrebbe a creare la classica manovra a tenaglia per avere bellissime nevicate fin sulle pianure.

Infatti dapprima le temperature dovrebbero abbassarsi ulteriormente a causa dell’arrivo di correnti gelide dalla Russia (-8°C a 850 hPa, circa 1500 metri di quota), poi l’ingresso di una veloce perturbazione da Ovest potrebbe innescare precipitazioni nevose con fiocchi sulle pianure.

La tendenza per le successive settimane, fino a Natale è parecchio interessante e vede un’alternanza tra fasi anticicloniche e bruschi blitz polari con il ritorno del maltempo un po’ come quanto avvenuto in questo strano autunno.

Il motivo è da ricercare negli imponenti scambi meridiani: cioè da una parte avremo la risalita dell’alta pressione delle Azzorre verso la Groenlandia (da Sud a Nord), dall’altra invece un’area di bassa pressione legata al Vortice Polare in estensione verso l’Europa (da Nord a Sud).

L’Italia quindi si verrebbe a trovare proprio nel mezzo del campo di battaglia, con brevi pause asciutte e soleggiate interrotte da masse d’aria piuttosto fredde e instabili in discesa dal Polo Nord e dalla Russia, con temperature inferiori alle medie climatiche.

Le precipitazioni potrebbero risultare frequenti, con rischio pure di nevicate fino a quote bassissime.

Insomma, non è escluso che possa ripetersi quanto già avvenuto nel 2020, con ben due imbiancate anche in pianura nel mese di dicembre.
Vi terremo aggiornati.

Meteo / Cristina Adriana Botis / Redazione