Pochesci: “A Foggia vogliamo fare bene per i tifosi e la proprietà”

LEGGI ANCHE

Visite : 0

Sandro Pochesci, allenatore della Juve Stabia, è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match con il Foggia.

Le dichiarazioni di Sandro Pochesci sul match tra Juve Stabia e Foggia sono state raccolte e sintetizzate dalla redazione di ViViCentro.it.

“La certezza è che conosco meglio la squadra e che i ragazzi conoscono meglio i miei principi. È un campionato difficile, dove anche l’ultima in classifica batte una squadra che detiene record su record: sulla carta col Foggia non è una gara semplice ma per la Juve Stabia deve contare solo il campo. Vogliamo fare bene per i tifosi e la proprietà.

La squadra deve avere maggiore personalità e credere di più nei propri mezzi, perché le qualità ci sono. Col Crotone non abbiamo sfigurato in dieci, centrando il pari e rischiando di trovare il vantaggio. Anche a Picerno non avremmo meritato la sconfitta, seppur essendo meno brillanti. La prestazione va cercata nelle certezze della squadra e non dei singoli; la Juve Stabia deve essere convinta dal magazziniere al centravanti di poter fare bene a Foggia.

Affrontiamo una squadra che ha un organico forte, in ogni reparto. Credo che il Foggia arriverà certamente tra le prime quattro, potendo anche contare su un ambiente molto caldo. Lo stesso ambiente lo abbiamo anche qui a Castellammare, me ne sono accorto nelle gare casalinghe, e come siamo coraggiosi in casa dobbiamo esserlo anche fuori casa.

È anche uno scontro diretto per noi, distando il Foggia solo tre punti, quindi un motivo in più per fare bene. Immagino inoltre che il Foggia sia arrabbiato per l’eliminazione dalla Coppa Italia quindi avrà ancor più voglia di fare bene.

Il mio “vestito” è il 3-4-1-2 ma non gioco mai in funzione dell’avversario. Ovviamente guardo chi abbiamo di fronte ma cerco sempre la soluzione migliore per mettere in pratica i miei principi di gioco.

Ho trovato una squadra che era abituata a correre indietro, a scappare, e questo non mi piace: voglio una squadra che corra in avanti per recuperare subito palla ed essere vicina alla porta. Sento che il coraggio dei calciatori sta man mano crescendo.

Dispiace che i tifosi della Juve Stabia non ci saranno. È un’ingiustizia che aumenta la nostra voglia di fare bene. Andremo comunque a salutare i tifosi anche se il settore ospiti sarà vuoto, per rispetto nei confronti della nostra tifoseria.

Maggioni è un ragazzo giovane; tra i difensori è quello che sta assimilando meglio la mia idea di calcio. Si butta dentro con coraggio, recupera palla alta e non ha paura di rischiare. Può diventare un calciatore importante, lo vedo più in una difesa a tre che quarto di difesa”.


Juve Stabia TV


Virtus Stabia, Mario Guida: Mente e Cuore per la finalissima con il Cimitile

Mario Guida, direttore dell'area tecnica della Virtus Stabia, è intervenuto in esclusiva ai nostri microfoni a due giorni dalla finale col Cimitile
Pubblicita

Ti potrebbe interessare