25.7 C
Castellammare di Stabia
martedì, Agosto 16, 2022

Di Bari: “Giovinco? C’è un’offerta importante del Catania. Cerchiamo un portiere under, un terzino sinistro e un attaccante”

Giuseppe Di Bari, direttore sportivo della Juve Stabia, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni ufficiali dal ritiro di Pescocostanzo.

Le dichiarazioni di Giuseppe Di Bari sono state raccolte e sintetizzate dalla redazione di ViViCentro.it.

Bentivegna e Caldore si sono legati a noi prolungando il contratto fino al 2024, era una cosa che la società voleva fare tenuto conto dell’ottimo campionato dello scorso anno fatto dai due. E’ un giusto premio – prosegue Di Bari – e starà a loro dimostrare di aver meritato questa gratificazione da parte della società. 

Il mercato estivo ogni anno che passa è sempre più difficile. A maggior ragione quando si vogliono vendere dei calciatori le difficoltà sono notevoli. Alcune volte – continua Di Bari – ci sono delle richieste eccessive che fanno sì che sia più difficile far uscire un calciatore ma sono dinamiche che fanno parte del calcio. 

Tecnicamente parlando, per i portieri considerando che giocheremo con l’under in porta cercheremo di far uscire Sarri. Per quanto riguarda Pozzer potrebbe essere in uscita anche lui. Sono valutazioni che faremo in ritiro. 

Giovinco ed Eusepi sono elementi importanti per la categoria. Per Giovinco c’è una richiesta importantissima da parte del Catania. Eusepi è un giocatore che potrebbe rientrare nei piani ma dobbiamo capire le richieste dell’Alessandria. 

In primis – prosegue Di Bari – dobbiamo cercare di completare l’organico perchè in alcuni ruoli siamo scoperti. Stiamo lavorando sull’under in porta e sul terzino sinistro. E anche per completare qualcosa là davanti perchè non siamo ancora del tutto completi. Se ci sarà qualche uscita ci sarà anche qualche entrata soprattutto in questi ruoli. 

Stiamo facendo un bel ritiro perchè l’allenatore sta cercando di far passare i suoi concetti tattici e i ragazzi stanno cercando di assorbire al meglio. Nel ritiro – aggiunge Di Bari – bisogna essere molto ricettivi ma il tempo è brevissimo e confido nei ragazzi nel cercare di apprendere tutto dal tecnico e cercheremo di dare loro una mano completando l’organico quanto prima. 

La forza di un gruppo è il gruppo stesso e se hai un grande allenatore te ne accorgi da come lavora il tecnico e dalla voglia che ci mette. Confido nel suo lavoro e nella sua voglia di trasmettere e cercheremo di completare presto  la rosa a disposizione del tecnico. 

Mezavilla – prosegue Di Bari – è uno dei tanti nomi che vengono tirati fuori. Non c’è niente di vero, tanto di cappello ad un calciatore che ha fatto la storia della Juve Stabia ma abbiamo altre idee al riguardo. 

I ruoli dove siamo scoperti se parliamo di over è a sinistra dove abbiamo solo Dell’Orfanello. Anche in avanti qualcosa va presa e poi ci concentreremo sulle uscite in mezzo al campo. Di sicuro ci saranno giocatori che arriveranno e completeranno la rosa.

Di Bari direttore sportivo Juve Stabia
Fonte Foto: ssjuvestabia.it

Pandolfi è un calciatore importante e devo ringraziare la società che mi ha supportato. Non era semplice portarlo qui. Ho giocato molto sulla conoscenza con i procuratori e il supporto dell’allenatore per far sentire importante il ragazzo e portarlo dalla nostra parte. Ora starà a lui dimostrare il suo valore e sono certo che lo farà. 

L’obiettivo è di prendere un attaccante, a prescindere che sia under o over, che possa completare la rosa e darci soddisfazioni. Poi starà al mister fare le sue valutazioni ma ripeto è una squadra che va completata. 

Il rapporto con Colucci è importante perchè nel momento in cui intraprendi un progetto ci deve essere sinergia con il tecnico. In passato volevo portarlo a Foggia, quest’anno si è ripresentata la possibilità e non ci ho pensato sopra due volte nel portarlo alla Juve Stabia. E’ importante sia la sinergia con il tecnico che con la società. 

Penso che non sia mai bello mandare via un calciatore. E’ come in un’azienda – conclude Di Bari – in cui devi mandare via un tuo dipendente. L’importante è essere onesti e trasparenti col calciatore e sicuramente avrai sempre il rispetto di tutti”. 

 

 

 

 

Vivi Radio

Ultime Notizie

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe interessare

ViviCentro TV


Da leggere

Cambia Impostazioni della Privacy