green pass
green pass

Procedura greenpass50+; la novità per le aziende private

È ufficialmente entrata in vigore la procedura greenpass50+, uno strumento dell’INPS per tracciare i dipendenti delle aziende private

Questo nuovo programma servirà a controllare se i dipendenti sono in possesso di una valida certificazione e se hanno, quindi, provveduto alla copertura vaccinale

 

Nuovo sistema di tracciamento

 

L’INPS ha pubblicato sulla propria pagina istituzionale il programma Greenpass50+, ovvero uno strumento di verifica del green pass; tale servizio è accessibile per tutte le aziende private con almeno 50 dipendenti, i quali saranno tracciati tutti i giorni sul possesso o sulla mancanza di un green pass valido.

Coloro che vorranno usufruire del programma dovranno accreditarsi al servizio tramite dei verificatori e potranno così accedere al servizio tramite la piattaforma SPID.

Ogni 24 ore il sistema effettuerà un controllo sui dipendenti per verificare il possesso del requisito richiesto tramite un collegamento diretto col Ministero della Salute, ovvero la fonte più autorevole in possesso dei dati necessari che permettono al sistema di fare il suo dovere.

 

Niente più scampo

 

I propositi sono buoni in quanto grazie a questo nuovo sistema sarà possibile individuare tutti i “furbi” che vogliono evitare di collaborare e di rispettare le normative anti contagio in vigore; se il sistema rispetterà le previsioni, avremo un valido alleato nel raggiungimento dell’immunità di gregge, contando sul fatto che, pro o contro il vaccino che siano, le persone hanno comunque bisogno di lavorare.

Il governo si augura che tutte queste procedure e le nuove disposizioni riusciranno a far convergere tutti i cittadini verso un unico scopo, ovvero quello di contribuire alla fine dell’emergenza.

 

Procedura greenpass50+; la novità per le aziende private/Antonio Cascone/redazione

Ascolta la WebRadio