Arresto e Indagini su Omicidio con sfumature mafiose a Napoli

Polizia di Napoli arresta 7 persone in un caso di omicidio legato alla mafia. Scopri i dettagli delle indagini.

LEGGI ANCHE

La Polizia di Napoli ha effettuato arresti legati a un omicidio con sfumature mafiose. Scopri i dettagli e le indagini in corso.

Articolo Ottimizzato per il SEO: Arresto e Indagini in un Caso di Omicidio a Napoli

Il 12 ottobre 2023, la Polizia di Stato di Napoli ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP del Tribunale di Napoli su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia.

Questa misura riguarda MANCINI Salvatore, PERNA Giuseppe, SAIZ Pasquale, SORRENTINO Rocco con l’accusa di detenzione di armi comuni da sparo e favoreggiamento, aggravati dalle modalità mafiose (art. 416 bis 1 c.p.).
VALDA Giuseppina, NIGLIO Giuseppina e CLEMENTE Alessandra sono sotto arresti domiciliari.

L’ordinanza è il risultato delle indagini relative all’omicidio di un giovane di 19 anni avvenuto il 20 marzo 2023 in via Caracciolo. Due gruppi di giovani si sono scontrati per motivi futili presso uno chalet in Via Caracciolo.
VALDA Francesco Pio, uno dei partecipanti, ha sparato, uccidendo un giovane estraneo all’evento.
Il 21 marzo VALDA è stato arrestato in esecuzione di un decreto di fermo di indiziato di delitto emesso dalla Direzione Distrettuale Antimafia. VALDA è figlio di Ciro, affiliato al Clan Cuccaro, deceduto in un agguato di camorra nel 2013.

Le indagini successive hanno rivelato il coinvolgimento degli arrestati nell’aiutare VALDA ad eludere le indagini, compreso occultare l’arma da fuoco.

Questa misura è cautelare e può essere impugnata. I destinatari sono presunti innocenti fino a sentenza definitiva.

Juve Stabia: squalifica e ammenda per Lovisa, multa per la società

Juve Stabia, le decisioni del giudice sportivo: squalifica e ammenda per il ds Lovisa e multa per la società per ritardato inizio della gara
Pubblicita

Ti potrebbe interessare