Inter – Shakhtar, le pagelle: Trubin migliore in campo; Conte sbaglia tutto

 

L’Inter non va oltre il pareggio contro lo Shakhtar ed è fuori dalla Champions League. Chi sono i migliori e i peggiori della sfida di San Siro? Trubin salva gli ucraini, Lukaku è decisivo in negativo.

inter

Handanovic 6,5: il portiere dell’Inter, nel primo tempo, è sicuro sul tiro di Dodô, mentre nel secondo tempo è prezioso il suo intervento su Tetê. Per il resto non viene praticamente mai chiamato in causa e nel finale tenta anche l’assalto, salendo in occasioni di calcio d’angolo.

Skriniar 6: difende con attenzione e fa spesso a sportellate con gli attaccanti avversari. Non viene infastidito particolarmente dalle manovre offensive dello Shakhtar.

De Vrij 6,5: in difesa comanda, come sempre, senza difficoltà e con la solita eleganza. Nel primo tempo ha una ghiotta occasione, ma il suo tiro viene bloccato.

Bastoni 6,5: prestazione solida del centrale italiano. Amministra il possesso con la sua qualità e sicurezza. Si fa trovare attento sia nelle marcature, che nelle uscite. (dal 84′ D’Ambrosio SV)

Hakimi 6,5: buona prestazione per il marocchino, soprattutto in fase di contenimento, dove più volte riesce a recuperare il pallone. Meno reattivo in fase offensiva e le sue sfuriate sulla fascia sono ben contenute. (dal 84′ Darmian SV)

Barella 6,5: non doveva giocare, ma alla fine è uno dei migliori in campo e di sicuro il migliore tra i nerazzurri. È dappertutto: prima in difesa, poi sulla trequarti e sulla fascia a sovrapporsi con Hakimi. Guerriero.

Brozovic 6: è sempre lui a smistare i palloni al centrocampo e corre per tre, dando tutto sé stesso, ma spesso è impreciso. Prova anche il tiro nel secondo tempo, ma è bravo Trubin a respingere.

Gagliardini 5,5: stava crescendo nelle ultime partite, ma in quella di stasera ha fatto un passo indietro. Il cartellino giallo preso nel primo tempo lo limita. (dal 75′ Sanchez 6: chiama palla in ogni occasione e negli ultimi minuti il suo colpo di testa, che sarebbe finito in rete, si schianta sulla testa di Lukaku.)

Young 5: sulla sua fascia è sempre contenuto bene, ma anche lui non sempre spinge sull’acceleratore. Nel secondo tempo una sua palla persa poteva costare cara. (dal 67′ Perisic 5: riesce a non fare meglio del suo collega. Praticamente ogni suo cross viene facilmente respinto dalla difesa dello Shakhtar.)

Lautaro 6: è quello che ci prova di più. Probabilmente la traversa presa nel primo tempo sta ancora tremando. Nel secondo tempo è troppo frenetico e i suoi volenterosi tentativi falliscono. (dal 84′ Eriksen SV).

Lukaku 5: nel primo tempo è generoso, come sempre. Nel secondo tempo cala nel passare dei minuti fino a diventare impacciato. Nel finale respinge goffamente (ma involontariamente) il tiro di Sanchez destinato a finire in rete.

all. Conte 4,5: probabilmente è lui il maggior colpevole della disfatta nerazzurra. La squadra ha anche delle ottime occasioni, ma è timida per larghi tratti del match. I cambi sono ritardati troppo e modificare totalmente la squadra a 5′ dalla fine è stata forse la condanna definitiva. (qui l’intervista di Conte nel post-partita)

shakhtar donetsk

Trubin 7,5; Dodô 6; Bondar 6; Vitao 6 (dal 36′ Kocholava 6,5); Matvienko 6,5; Kovalenko 6; Stepanenko 6; Maycon 6,5; Tetê 5 (dal 64′ Solomon 6); Marlos 6 (dal 64′ Patrick 6); Taison 5,5 (dal 85′ Dentinho SV); all. Castro 6,5

A cura di Claudio Savino

 

Commenta

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe interessare

ViviCentro TV


Ultime Notizie

Il Sorrento non sfonda a Tivoli: finisce 0 a 0 al “Galli”

Piccola boccata d’ossigeno per i rossoneri, che ritornano dalla trasferta laziale con un solo punto. Gara maschia e con pochi spunti.