Aggressione Prof al liceo Plinio: familiari già noti per episodi di violenza

LEGGI ANCHE

Aggiornamento sull’aggressione prof d’Inglese al liceo Plinio Seniore di Castellammare di Stabia: familiari alunna già colpevoli violenza su maestra elementare, testimonianza della maestra

Aggressione al liceo Plinio: familiari già noti per episodi di violenza

La notizia che abbiamo già segnalato in altri articoli dando conto dell’aggressione subita dalla docente di inglese al Liceo Plinio Seniore di Castellammare di Stabia.

Ad aggredirla è stata la mamma di una sua alunna ed il caso ha scosso la città ed il mondo scolastico tanto più ora che si è appreso che, a quanto sembra, quella mattina a scuola, secondo i presenti, la donna che ha aggredito la professoressa non era sola.

Ad aspettarla all’interno della scuola c’erano, si dice, altri tre componenti della famiglia tra cui la nonna della ragazza già protagonista, nel 2016, dell’aggressione alla maestra di matematica delle elementari, Anna Cecere, che, nel ricordare a sua volta quanto accadutole dice:

    • «La nonna mi accusò di aver lanciato un quaderno contro sua nipote;
      mi aspettarono sotto casa e cominciarono a picchiarmi».

Per quei fatti la nonna patteggiò sei mesi e la docente si dovette operare al ginocchio.

Quest’aggiornamento è una notizia terribile e sconcertante, che dimostra ancora una volta quanto sia importante combattere la violenza e il bullismo nelle scuole.

La testimonianza delle maestre aggredite, in cui si parla dello shock subito e dell’impossibilità di comprendere le ragioni dell’aggressione, è stata molto coraggiosa e importante per sensibilizzare l’opinione pubblica su questa triste vicenda.

Si tratta di episodi emblematici, che vanno ad aggiungersi a una serie di casi che dimostrano l’estrema fragilità del sistema scolastico italiano di fronte alla violenza e alla prevaricazione.

Familiari, docenti e studenti sono chiamati ad assumersi una maggiore responsabilità, in modo da garantire la sicurezza dei nostri luoghi di apprendimento e di crescita.

Bisogna riportare al centro dei valori della società la figura dell’insegnante, che rappresenta una risorsa preziosa per il futuro del nostro Paese.

Purtroppo però alcuni atti di vandalismo susseguiti a quanto accaduto giovedì mattina, episodio che ha lasciato un segno forte negli studenti tanto da spingerli ad affiggere due striscioni, uno all’esterno della sede principale del liceo e uno alla succursale, con la scritta:

«Plinio contro la violenza»,
non danno adito a speranze positive visto che, ancora una volta, nel liceo fondato nel 1920, è prevalsa l’arroganza di qualche gruppo che ha strappato e accartocciato lo striscione posto in via Virgilio.

In conclusione

Speriamo che le autorità competenti facciano il possibile per garantire la sicurezza dei docenti e degli studenti all’interno delle scuole e che vengano prese misure adeguate per prevenire futuri episodi di violenza.

Restiamo in attesa di ulteriori sviluppi sulla vicenda e auspichiamo che la situazione si risolva nel migliore dei modi per tutti gli interessati.

Stavolta la versione della famiglia è affidata alla difesa dell’avvocato Emilio Longobardi che smentisce l’aggressione spiegando come la madre della ragazza fosse «intervenuta per soccorrere la figlia in preda a una crisi d’ansia».

Purtroppo però sembra che le testimonianze di chi era presente, inclusi gli altri allievi della Prof, dicano altro, e che lo stesso sembrano dire dei filmati che sono stati acquisiti dal magistrato.

Leggi altro


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Juve Stabia, il ricordo del 19 giugno 2011 è ancora vivo nella mente dei tifosi gialloblù

Ci sono date e momenti che resteranno sempre nella mente di ogni tifoso. Per i gialloblù il 19 giugno 2011 è una data speciale
Pubblicita

Ti potrebbe interessare