Sud - politica

Cimmino: giovani e turismo rilanceranno la Valle dei Mulini

Paolo Cimmino
Gragnano, il candidato sindaco: no a risse, parliamo di programmi

GRAGNANO – «Sport e natura, occupazione e turismo: su questi quattro pilastri costruiremo il rilancio della Valle dei Mulini» Lo ha detto Paolo Cimmino, candidato sindaco sostenuto da sette liste civiche.

«La valle dei Mulini rappresenta una imperdibile opportunità di sviluppo per il nostro territorio – aggiunge –. Ci crediamo da sempre e ci crediamo non solo in campagna elettorale. Tant’è che, nel corso della precedente Amministrazione, la Soprintendenza ha approvato i nostri progetti. Attendiamo solo i bandi regionali per poter ottenere i 4,2 milioni di euro di finanziamenti».

«Il modello di sviluppo che proponiamo si basa soprattutto sull’auto-impiego dei giovani, ovvero – spiega Cimmino – sulla gestione partecipata del sito storico-naturalistico da parte di cooperative di giovani o di società che abbiano significative presenze di ragazzi al loro interno e che siano in sinergia con enti no-profit come Wwf, Legamente».

«La Valle diventerà un polmone verde al centro della città e sarà un favoloso attrattore per quei turisti appassionati di trekking e percorsi naturalistici che troveranno nei giovani e nelle associazioni locali guide preparate e appassionate pronti ad accompagnarli lungo secoli di storia e di tradizioni – aggiunge il candidato sindaco –. Realizzeremo inoltre parcheggi di interscambio per bus e auto con apposite stazioni di ricarica elettrica che alimenteranno biciclette ecologiche e navette di piccola dimensione, in linea con l’approccio “green” che intediamo dare al recupero della Valle. Anche la gestione di queste stazioni intermodali sarà affidata a cooperative di giovani che provvederanno a gestire sia la parte della logistica che quella della promozione».

«Non promettiamo “posti di lavoro” ma intendiamo impegnarci per realizzare occasioni di sviluppo occupazionale stabili, concrete, che durino nel tempo. Vogliamo continuare a parlare di programmi – conclude Cimmino – e chiedo ai miei alleati di non cadere nelle provocazioni da “rissa da saloon”. Manteniamo alto il profilo delle nostre proposte, continuiamo ad ascoltare i cittadini. Le polemiche lasciamole fuori».

Categorie

YouTube

Iscriviti al nostro canale