Cultura

DI GIROLAMO: CONTRO L’ANTIMAFIA. QUELLA CHE FA PAURA.

DI GIROLAMO : CONTRO L'ANTIMAFIA
DI GIROLAMO: CONTRO L'ANTIMAFIA
                                                DI GIROLAMO : CONTRO L’ANTIMAFIA
DI GIROLAMO: CONTRO L'ANTIMAFIA. QUELLA CHE FA PAURA.
DI GIROLAMO: CONTRO L’ANTIMAFIA.

Giacomo Di Girolamo – Mafia e antimafia, il male e il bene, la criminalità e la legalità. Sono ancora queste le reali opposizioni? È possibile individuare ancora dei confini netti tra i due schieramenti? La risposta arriva da Giacomo Di Girolamo nel suo nuovo libro “Contro l’antimafia”. Un libro d’inchiesta “ben scritto, entusiasmante, crudo e irriverente” come lo ha definito Luca Pozzi, giornalista Rai, intervistando l’autore ieri alla Libreria Ubik di Parma.

LA DENUNCIA – L’autore, nel suo libro, dialoga direttamente con Matteo Messina Denaro, il più potente boss di Cosa nostra ancora in libertà. A lui si rivolge con un’ amara e agguerrita lettera di resa.
Di Girolamo, giornalista siciliano che ha vissuto lo choc degli avvenimenti del 1992, non ha mai avuto paura di schierarsi dalla parte di chi si oppone alla mafia, ma adesso è proprio quella parte che gli fa paura.

“L’antimafia ha avuto grandi meriti, ma a un certo punto è accaduto qualcosa. Si è ridotta alla reiterazione di riti e mitologie, di gesti e simboli, svuotati di significato. In questo circuito autoreferenziale, che mette in mostra le sue icone – il prete coraggioso, il giornalista minacciato, il magistrato scortato – si insinuano impostori e speculatori. Intorno all’antimafia ci sono piccoli e grandi affari, dai finanziamenti pubblici ai ‘progetti per la legalità’ alla gestione dei beni confiscati, e accanto ai tanti in buona fede c’è chi ne approfitta per arricchirsi, per fare carriera o consolidare il proprio potere, in nome di un bene supremo che assolve tutto e tutti”. Questa la denuncia dell’autore, che non nasconde la sua sfiducia nei buoni propositi e la loro fallimentare attuazione. “Non è più questione di ‘professionisti dell’antimafia’: oggi comanda un’oligarchia dell’antimafia, e chiunque osi metterla in discussione viene accusato di complicità”.

Contro l’antimafia è un libro iconoclasta, amaro, che coltiva l’atrocità del dubbio. Le soluzioni da adottare non sono nè immediate nè scontante, ma senza dubbio ripartire da zero, per l’autore, sarebbe un gran passo avanti, quello necessario per rivitalizzare una lotta ormai paralizzata da soluzioni dette e ridette, ma dalla dubbia efficacia. Cultura, onestà intellettuale, impegno e fatica possono essere le soluzioni.

SULL’AUTORE – Giacomo Di Girolamo, giornalista, si occupa di criminalità organizzata e corruzione per il portale Tp24.it e per la radio Rmc 101. Collabora con Il Mattino di Sicilia, la Repubblica e Il Sole 24 Ore. E’ autore della biografia del boss Matteo Messina Denaro L’invisibile (2010), di Cosa Grigia (2012) e Dormono sulla collina (2014). Per le sue inchieste ha vinto nel 2014 il Premiolino.

vivicentro.it-cultura / DI GIROLAMO: CONTRO L’ANTIMAFIA. QUELLA CHE FA PAURA. (Luisa Di Capua)

In merito all'autore

Luisa Di Capua

Nata a Castellammare di Stabia il 7 febbraio 1992.
Laureata in Lettere Moderne presso l’Università degli studi di Napoli Federico II, con specializzazione magistrale in Giornalismo e Cultura editoriale all’Università degli Studi di Parma.

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Categorie

YouTube

Iscriviti al nostro canale