Quantcast

Amadou Diawara Napoli
SSC Napoli - rassegna stampa

Napoli-Sassuolo: rilancio di Diawara, altri due giocatori in attesa della scelta del Mister

Secondo quanto riferito da Il Mattino, per Diawara sarebbe terminato il momento dell’attesa. Infatti sembrerebbe che durante la seduta mattutina della giornata di ieri

Napoli-Sassuolo – Molti giocatori sono in attesa che Mister Ancelotti punti il dito su di loro. Lo stesso mister più volte aveva dichiarato ai giornalisti di avere l’imbarazzo della scelta visto l’impegno e la caparbietà di tutta la rosa partenopea.

Secondo quanto riferito da Il Mattino, per Diawara sarebbe terminato il momento dell’attesa. Infatti sembrerebbe che durante la seduta mattutina della giornata di ieri, il giocatore sia stato tra i più posti sotto sforzo da Mister Ancelotti.

Il Mattino affermerebbe:

Diawara è regista vero, non ha bisogno di lezioni speciali per poter recitare la parte del playmaker. Ha davanti a sé Hamsik ma è chiaro che deve arrivare anche il suo momento: sa di dover recitare la parte del gregario, ma fino ad adesso ha giocato solo 199 minuti. Nelle due da titolare, è stato prima sistemato in 4-3-3 (con Zielinski e Allan) e poi in un 4-4-2 (con Allan al suo fianco). Non è detto che domani col Sassuolo Ancelotti possa cambiare assetto, passando al 4-3-3 peraltro andato in onda, con successo, per un lungo tratto del match con il Liverpool. Ipotesi, certo. Ma Diawara è uno degli uomini d’oro di De Laurentiis. Ma anche Ancelotti ha grande stima per il centrocampista. Tant’è che nell’estate 2017, quando era ancora bavarese, aveva provato a strapparlo al Napoli. Il club azzurro lo considerava incedibile e Carletto virò su Tolisso del Lione.

Secondo il quotidiano, anche altri due giocatori sarebbero in lista di attesa:

Mica solo Diawara. Ce ne sono altri due che sanno che domani potrebbe toccare a loro. Visto che la panchina è lussuosa, giusto che un po’ tutti vengano innestati. E nel minutaggio, tra gli ultimi ci sono i nomi dRog (92′) e Verdi (155′). Rog è l’eterna promessa: perché anche con Ancelotti stenta a prendere il volo. Titolare solo nella partita con il Torino, poi il resto ha accumulato briciole. Però con Sarri, 60 minuti filati in mezzo al campo, non li aveva mai giocati in campionato”.

Print Friendly, PDF & Email

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania