Quantcast

Banner Gori
meret coppa foto free twitter
SSC Napoli - rassegna stampa

Meret:”Stasera spero di giocare. Devo riuscire a conquistare Gattuso. Champions? Possiamo farcela”

Meret:”Futuro? Spero di guadagnarmi lo spazio che voglio, ma dipenderà da me”

Meret:”Stasera spero di giocare. Devo riuscire a conquistare Gattuso. Champions? Possiamo farcela”

Alex Meret, portiere del Napoli, è stato intervistato dal Corriere dello Sport. Ecco le sue dichiarazioni:

 

Cominciamo dall’inizio, Meret, così il lettore capisce: la sua Napoli è…?

“Secondo giorno di allenamento, stiamo giocando una di quelle partitelle che aiutano a smaltire la fatica e servono a prendere confidenza con le idee tattiche.  C’è un pallone che arriva in verticale, per il taglio dell’esterno, io mi tuffo e… mi ritrovo in uno studio medico, per gli esami strumentali. Cinque mesi persi”

 

E arriviamo a oggi.

 “Si gioca con la Roma, spero tocchi a me, ovviamente, e mi spiace anche che Ospina si sia fatto male a Bergamo. Mi prendo i miei spazi, quelli che mi concede Gattuso che, da allenatore, nelle decisioni è sovrano. Sono io che dovrò convincerlo”

 

Venticinque milioni – e quel talento, il suo – spesso in panchina hanno rappresentato argomento di discussione mediatica.

“Ma io devo provare sul campo a conquistare Gattuso. Siamo in tre e tutti molto forti, c’è una concorrenza leale e però comunque viva.  Le prestazioni, in allenamento o  in partita, indicano il più in forma”

 

Andiamo a domani, cioè al futuro: s’immagina una stagione da “precario”?

 “Mi rimetto alle decisioni della società. Io, ovviamente, spero di guadagnarmi lo spazio che voglio, ma dipenderà da me. Di una cosa sono sicuro: darò sempre il massimo e, se possibile, anche di più”

 

Perché restare a Napoli le piace…

“E vorrei durare anche a lungi. C’è un ambiente ideale, in una città fantastica. Non potevo chiedere di meglio: clima, sentimento, natura,arte e pure la cucina, se permettete. E un club che ormai si è radicato in Europa, da undici anni. Che è sempre tra le protagoniste, anche quando, come stavolta, non ha cominciato benissimo”

 

La sua notte magica è all’Olimpio di Roma, il 17 giugno.

“La Coppa Italia  è un premio che ci siamo meritati, lottando dopo mesi di sofferenza. Sembrava che avessimo buttato via questi dodici mesi e invece abbiamo raddrizzato la stagione, regalando a noi, alla società e alla gente un trofeo che ha un valore. E conquistarlo contro la Juventus, per i tifosi, ha un sapore poi speciale”

 

La gioia è stata soffocata dalle condizioni?

“Lo stadio vuoto, il dramma del Paese, la sensazione di dolore che si avvertiva, il terrore creato dal Covid in precedenza: uno scenario che ha alterato gli umori e ha sconvolto. Però il calcio ha dato un segnale e quella sera, alla fine, ho vissuto un’emozione che rimane”

 

Prima,però, ci sarà anche tanto altro

“Barcellona, Camp Nou, il fascino di un ottavo di finale nel quale i favoriti sono loro ma senza che il Napoli si senta battuto”

 

Perché crederci?

“Perché all’andata li abbiamo messi in difficoltà; perché li abbiamo controllato bene; perché siamo in condizione e siamo anche convinti di crescere ulteriormente. Perché vogliamo andare ai quarti di finale, noi come loro, e faremo l’impossibile per riuscirci”

 

Esprima un desiderio.

“Vorrei vincere qualcos’altro di importanto, dopo la Coppa Italia: scudetto e Champions sono le ambizioni più grosse, chiaramente.  Ma vorrei partecipare a un Mondiale, a un Europeo”

 

A una final-eight a Lisbona.

“Sarebbe un’esperienza fantastica, vivere questa prima volta. Noi ci proviamo”

 

C’è la Roma e voi siete reduci dalla sconfitta di Bergamo.

“Non abbiamo mollato, è stato una gara particolare, perduta per episodi. Ma siamo pronti a ripartire, per arrivare bene a Barcellona. Si giocherà ogni tre giorni, ci sarà modo per ognuno di dimostrare il proprio valore”

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Marco Palomba

Marco Palomba

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più