Quantcast

SSC Napoli - primo piano

Ancelotti: “Squadra spinta dal pubblico, li abbiamo messi sotto! Salisburgo? La miglior medicina è…”

Ancelotti: “Squadra spinta dal pubblico, li abbiamo messi sotto! Salisburgo? La miglior medicina è…”

L’allenatore del Napoli, Carlo Ancelotti, nel corso della conferenza stampa post partita ha commentato la sconfitta immeritata ottenuta dalla sua squadra contro la Juventus. Queste le sue parole:

Perchè dopo l’espulsione hai preferito togliere Milik e passare a tre dietro? Sullo 0-0 volevamo fare una partita sfruttando le ripartenze con Insigne, ci dava movimenti rapidi in profondità e controllo del possesso. Dopo le cose son cambiate perchè siamo andati sotto 2-0, nel secondo tempo abbiamo rischiato di più con 3 difensori”.

Un bilancio della partita? Abbiamo tenuto il controllo della partita: si recuperava bene palla, pericolosi nelle ripartenze e anche in 10 contro 11. La partita è stata fatta molto bene, molto orgoglioso della prestazione. C’è il rammarico del risultato, condizionato dall’espulsione di Meret: episodio molto controverso, lo è tutt’ora. Si discute se l’ha toccato o meno, credo che per eliminare tutti i dubbi sarebbe stato molto più semplice consultare il video e decidere poi. Scelta frettolosa, Meret non tocca Ronaldo e bisogna considerare se Ronaldo tornava in possesso, poi la traiettoria della palla e tante cose, tutto questo si poteva chiarire meglio al VAR”.

Davvero la Juve è distante 16 punti da questo Napoli? Dipende da come si vedono le cose, la Juve ha fatto tantissimi punti e quindi è una distanza realistica. Se si tiene in considerazione la partita fatta oggi non è realistica, è stato sorprendente anche per me avere questa supremazia anche nella prima parte oltre che soprattutto nella seconda. E’ stato sorprendente anche per me, mi dà molta fiducia per le prossime partite: squadra in grande salute.

Il rigorista? E’ Insigne, ma ci può stare che chi tira i rigori li possa sbagliare, è questo il calcio. La squadra è dispiaciuta, perchè non meritavamo di perdere: obiettivamente meritavamo di vincere stasera.


Salisburgo? Sarà una partita tosta, ci sarà alta intensità come stasera. Dobbiamo essere pronti, la medicina è continuare a crederci, si vede che la squadra ci crede. Molti non conoscono il Salisburgo. Stasera giocavamo con la Juve e li abbiamo messi sotto in maniera schiacciante per molto tempo, questo ci conforta molto”.

Contestazione per De Laurentiis dalla curva? Io dico che oggi la prestazione della squadra ha spinto il pubblico a sostenerci, questo connubio è benzina per continuare a crescere. La squadra ha spinto la gente a sostenerci”.

 

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Avatar

Mario Calabrese

Nato a Gragnano, diplomato al Liceo Classico "Plinio Seniore" di Castellammare di Stabia, attualmente iscritto al corso di laurea "Scienze per l'investigazione e la sicurezza" dell'Università degli Studi di Perugia

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

www.autoparti.it

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

I nostri ultimi video

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania