Quantcast

Gori Banner x Vivicentro
Walter Novellino
Walter Novellino
juvestabia - news

Novellino: “Uniti e compatti per battere la Juve Stabia”

Castellammare di Stabia– Alla vigilia del match di domani tra Catania e Juve Stabia al Massimino, ha parlato in sala stampa il tecnico degli etnei Walter Novellino, il quale ha cambiato la stagione dei rossoazzurri. Ecco le sue parole alla vigilia del match con le vespe, riportate dai colleghi di NewsCatania.com:

Sulla partita con la Juve Stabia: “C’è bisogno di dare certezze in questo momento e ci devono essere, io la penso così. In questo momento io non posso inventare nulla, stiamo lavorando sulle qualità che già abbiamo. La partita si presenta già da sola. Non solo la Juve Stabia ha da perdere qualcosa, ma anche noi: dobbiamo essere consapevoli della nostra forza. Ho rispetto della Juve Stabia. Quando c’è una vittoria l’entusiasmo viene da sola, bisogna calmare quest’entusiasmo e ridare una certa serenità. Incontriamo la prima in classifica, serve ottimizzare quello che siamo capaci di fare. Voglio una squadra compatta che non conceda spazio tra le linee”.

Sul piano atletico: “Per la preparazione non ho nulla da dire, siamo insieme da poche domeniche ebisogna solo dare 3-4 input che un allenatore d’esperienza può dare. Loro sono consapevoli dell’importanza di questo finale di campionato”.

Su Sarno e Llama: “Sono giocatori di grande qualità, che hanno lavorato bene questa settimana, ho l’ok dei dottori e li porterò con me in panchina. Liedholm vedeva solo i giocatori bravi che ti facevano vincere le partite, il Catania ne ha tanti di questi dobbiamo metterli in condizione di poter far bene”.

Sull’atteggiamento: “L’autostima viene vincendo, si gioca in undici e lì la squadra deve essere serena nella gestione della palla, non frettolosi. Il concetto di sbagliare ce l’abbiamo tutti, ma l’importante è aiutarsi tra di loro ed essere tranquilli”.

Sulla possibilità di vedere Sarno come mezzala: “Quando un giocatore è bravo, bisogna solo metterlo nelle condizioni di non tornare troppo indietro. Deve fare le giocate quando imposti il gioco in attacco, sono bravi nel cambio di passo e noi ne abbiamo bisogno”.

Su Manneh: “E’ un giocatore che nella sua forza ha la velocità, noi ne abbiamo bisogno e può cambiare la partita. Fa parte della Nazionale del Gambia, a quest’età già essere convocato è una nota di merito e vuol dire che se l’è meritato con le prestazioni”.

Sulle palle inattive: “Sarno sa calciare bene, anche Llama. La palla inattiva di Catanzaro è stata influenzata dal vento più che da una giocata del singolo”.

Su Lodi: “E’ uno che sa far giocare la squadra, ha qualità importanti. Leader come Volpi alla Sampdoria? Qui ce ne sono parecchi di giocatori carismatici, io vorrei non solo tanti leader ma anche parecchi punti”.

Sui tifosi: “Ringrazio i tifosi che stanno rispondendo benissimo, domani non sarà una partita di C, anche in A a volte non c’è tutta questa gente. Domani dobbiamo alzare gli occhi, guardare la gente ed avere una carica in più per far bene”.

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Avatar

Salvatore Sorrentino

Diplomato al liceo scientifico Francesco Severi di Castellammare. Studente di Giurisprudenza presso la Facoltà Federico II di Napoli. Giornalista pubblicista da marzo 2017. Amante del calcio nazionale e internazionale.

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

www.autoparti.it

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

I nostri ultimi video

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania