Quantcast

Banner Gori
Pagelle di Mario Di Capua Juve Stabia vs Perugia
juvestabia - news

Juve Stabia vs Perugia: Canotto croce e delizia, Provedel il migliore

Le Pagelle di, Mario Di Capua, ViviCentro della gara Juve Stabia vs Perugia: Canotto croce e delizia, Provedel il migliore in campo

Juve Stabia vs Perugia: Canotto croce e delizia, Provedel il migliore in campo

Le Vespe perdono in casa soprattutto a causa degli episodi, ma difesa e centrocampo non sono sugli standard soliti.

Ivan Provedel voto 7
Migliore in campo in casa stabiese e questo fa capire come siano andate le cose nel secondo tempo dove riesce in almeno 4 occasioni a negare il goal agli avversari, arrendendosi solo sui calci di rigore e grazie agli errori altrui.

Roberto Vitiello voto 5,5
Stavolta la difesa Gialloblè non è la solita, chiaramente si pagano i due rigori contro, di cui uno generosissimo, ma il capitano sbaglia nella diagonale difensiva sull’occasione di Nzità. Ci prova anche in attacco, nel primo tempo, come all’andata, e colpisce il palo dopo la parata di Vicario. Nel secondo tempo cala come tutta la Juve Stabia.

Lito Fazio voto 5
Stavolta non ripete le grandi prestazioni delle ultime partite e sbaglia tanto, soprattutto sul rigore, dove è graziato dall’arbitro che non gli assegna il secondo giallo. Sbaglia anche nel finale in più di una occasione. L’assenza di Troest si è fatta sentire oggi.

Nicholas Allievi voto 5,5
Non era al meglio e si vede. Ingenuo nel trattenere Iemmello nell’episodio del calcio di rigore, fin troppo generoso, concesso al Perugia, squadra record per rigori a favore nella stagione in corso. Ottima chiusura ad inizio secondo tempo su contropiede di Iemmello. Poi è costretto a lasciare il campo.
Dal 28’ s.t. Denis Tonucci voto 5,5
Entra nel momento peggiore, ci mette tutto ciò che ha, ma è evidente che non è ancora nelle condizioni ideali. La sua forma sarà molto importante per le prossime gare delle vespe.

Giacomo Ricci voto 5,5
Non è il solito Ricci, si fa vedere spesso anche in fase offensiva, ma in difesa è praticamente assente, soprattutto nel finale, dove il Perugia sfonda sempre dalla sua parte.

Bright Addae voto 5,5
Ci mette la fisicità solita, non sembra nella giornata migliore anche se nel primo tempo serve a Canotto la palla in contropiede per il 2-1. Nella ripresa si spegne come tutta la Juve Stabia nei primi 30’ del secondo tempo, poi esce per il cambio modulo.

Dal 35’ s.t. Alessandro Rossi voto 6
Si procura l’occasione del 2-2, non la concretizza, ma con la doppia punta di “peso”, nel finale, la Juve Stabia riesce a trovare le occasioni per il pari. Deve essere più deciso in zona goal, ma il suo sgomitare libera spezzo gli spazi.

Giacomo Calò voto 6,5
Il migliore in casa Juve Stabia, metronomo perfetto del centrocampo, deve anche sacrificarsi nell’interdire, vista la prestazione non eccezionale del reparto. Ha il piede caldissimo nel primo tempo, ci prova su angolo, poi prima mette un assist per Forte, dopodiché manda Gigi Canotto diretto in porta l’1-1.
Alessandro Mallamo voto 5,5
Dinamico, sempre nel vivo della manovra, ma poco avezzo all’interdire, cosa che da interno del 4-3-1-2 deve fare con più continuità e decisione. Manca dal limite dell’area il goal che poteva indirizzare diversamente un secondo tempo dominato dal Perugia.

Davide Di Gennaro voto 5,5
Non incide come a Pisa ma la sua prestazione non è del tutto negativa. A tratti sembrava un altro giocatore, come nello sprint che fa al 38’ del primo tempo a centrocampo, lottando come un incontrista ed esaltando il pubblico del Menti. Ma la sua gara si ferma a quel lampo nel buio del pomeriggio uggioso del Menti.

Dal 14’ s.t. Di Mariano voto 6
Da rivedere una volta inserito negli schemi di mister Caserta, certamente ci si aspetta molto di più da lui ma entrando nel secondo tempo, quando le vespe mollano fisicamente e mentalmente il match, forse ha delle attenuanti per non aver inciso. Ad Ascoli potrà già fare meglio.

Luigi Canotto voto 5
Una vera e propria spina nel fianco della difesa perugina. Da seconda punta è ancora più decisivo perché sfrutta la sua velocità e da profondità a tutte le verticalizzazioni stabiesi. Segna il primo, sbaglia il secondo uno contro uno con Vicario. Perché il 5? Perché il suo egoismo condanna la Juve Stabia alla sconfitta, non si può tirare sempre in porta, il pallone va passato, sia a Fazio al centro dell’area all’80’, sia al 93’ quando dalla sinistra invece di crossare tira sull’esterno della rete.

Francesco Forte voto 5,5
Partita anonima dello squalo, che però, nel primo tempo, non sfrutta l’ottima cross di Calò e nella ripresa, proprio nel finale, arriva in ritardo su un cross di Canotto.

Fabio Caserta voto 6
Prova ad impostare la partita per giocarla e non farsi intimorire dal 3.5.2 di Cosmi, poi passa al 4-4-2 nel finale per provare a riprenderla ma stavolta paga gli errori sotto porta dei suoi quando la gara era in parità. Dall’1-2 in poi la squadra non ha la reazione che lui vuole, ma dalla panchina sembra apportare i cambi giusti essendo condizionato dai crampi di Allievi che gli levano un cambio.

Juve Stabia vs Perugia: Canotto croce e delizia, Calò il migliore in campo / Mario Di Capua

Print Friendly, PDF & Email
https://alleanzalavoro.it/

In merito all'autore

Mario Di Capua

Mario Di Capua

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più