Quantcast
Banner Gori
Juve Stabia - Approfondimenti

APPROFONDIMENTO – Juve Stabia, una vita da mediano

La Juve Stabia, cha si è congedata dal suo pubblico per la pausa invernale, ha dato la sensazione di essersi ripresa ormai definitivamente dopo il leggero appannamento di alcune settimane fa. La sensazione, che di settimana in settimana sta diventando certezza, è che la svolta nella stagione dei gialloblù sia arrivata con la rivoluzione tattica voluta da Caserta e Ferrara.

Dopo un precampionato incentrato interamente sul 4-3-3, e le prime partite della stagione condite da un assaggio di 3-5-2, gli allenatori delle Vespe hanno tirato fuori a sorpresa dal proprio cilindro una veste tattica nuova per la squadra gialloblù.

Si è passati così al 4-2-3-1. Quella che doveva essere una soluzione momentanea, dettata principalmente dal problema muscolare accusato da Paponi nella gara contro il Rende, è diventata la principale certezza dei gialloblù. Se già alcune settimane fa avevamo sottolineato come il reparto d’attacco fosse quello maggiormente rigenerato dal nuovo modulo, va rilevato come la svolta nei numeri si basi principalmente su un reparto: il centrocampo.

Con i tre trequartisti alle spalle della punta centrale è, infatti, facile cadere nel disequilibrio tattico, con una squadra fortemente a trazione anteriore. Nulla di tutto questo è accaduto alla Juve Stabia, grazie soprattutto ai suoi centrocampisti: Luigi Viola ed Alessandro Mastalli.

Mastalli non lo scopriamo certo ora. Il golden boy scuola Milan sta confermando quanto fatto vedere nella scorsa stagione (per cui è stato anche premiato come miglior esordiente in Lega Pro), proseguendo in un percorso di crescita che è sotto gli occhi di tutti. I miglioramenti del 24 gialloblù si ravvisano in primis nella personalità: l’anno di apprendistato tra i professionisti ha lasciato in Alessandro consapevolezza dei propri mezzi; consapevolezza accentuata dal ruolo di vicecapitano, e soprattutto leader, riconosciutigli da staff e squadra, e dal forte legame sentimentale consolidatosi con la piazza stabiese. Ai suoi consueti inserimenti, emblema della sua intelligenza tattica, Mastalli ha aggiunto tanto lavoro “sporco”, a volte poco visibile, ma fondamentale per le sorti della Juve Stabia.

Al suo fianco si è ritagliato un ruolo da protagonista Luigi Viola. Già in tempi non sospetti, poco dopo l’ufficializzazione del suo arrivo, ci eravamo sbilanciati sulla bontà dell’acquisto messo a segno dalla dirigenza gialloblù. La prima di campionato ad Andria, traumatica, con conseguente espulsione e tre turni di stop, non ha intaccato la centralità di Viola nel progetto tattico di Caserta. Sembra essere proprio il centrocampista dai lunghi riccioli (che ricordano proprio quelli che aveva il suo attuale allenatore da giovane) la proiezione in campo delle idee di Caserta. A colpire del 15 stabiese è la totalità del suo gioco; da regista puro, da mezz’ala, da mediano, da incursore (le reti contro Matera e Reggina lo confermano): qualunque sia il copione tattico da riprodurre, o cambiare a partita in corso, Viola ha il ruolo di metronomo.

Osservando l’intesa perfetta che sussiste tra Mastalli e Viola tornano in mente le note di Ligabue in “Una vita da mediano”: anni di fatica e botte e vinci casomai i mondiali; senza scomodare Oriali e la Coppa del Mondo, i mediani tuttofare gialloblù si accontenterebbero di vincere nel 2018 qualcosa di meno importante, ma sognato da una città intera.

Raffaele Izzo

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Avatar

Raffaele Izzo

Ciao a tutti! Sono nato il 20/10/1989 e, dopo aver frequentato il Liceo Classico di Castellammare, mi sono laureato l'8/10/2013 in Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II. Attualmente lavoro come avvocato presso due studi legali, uno di diritto civile ed uno di diritto penale, di Gragnano e Castellammare.

Grazie a ViViCentro ho avuto la possibilità di coniugare le mie passioni per la Juve Stabia e per il giornalismo. Seguo infatti dal primo gennaio 2013 per questo giornale on line le Vespe, analizzando i match ne "Il Podio Gialloblù", con l'editoriale di inizio settimana, con la rubrica "Sotto la Lente" e con articoli quotidiani di avvicinamento alla partita del fine settimana. Per ViViCentro scrivo anche di cronaca, eventi ed attualità. Sono iscritto da giugno 2016 all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti.
Ciao a tutti e forza Juve Stabia!

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più