Quantcast
Banner Gori
Le-pagelle-di-Claudio-Savino-Inter
Calcio Cronaca Sportiva

Fiorentina-Inter, pagelle: Kouamé super; Lukaku segna il gol-vittoria

 

Chi sono i migliori e i peggiori della sfida del Franchi? Kouamé segna un gol stepitoso. Per l’Inter Hakimi, Barella e Lukaku regalano il passaggio del turno a Conte.

fiorentina

Terracciano 6,5: non è costretto a parate clamorose, ma quando può salva la porta dagli attacchi dell’Inter. È colpevole di aver causato il rigore realizzato da Vidal.

Milenkovic 6: partita difficile contro un Sanchez spumeggiante. Non commette errori particolari.

Quarta 6: ottima prestazione per il difensore argentino. Sul finale, però, è colpevole nell’aver lasciato Lukaku da solo davanti al portiere.

Igor 5,5: anche per lui vale lo stesso discorso. Non appena entra il 9 nerazzurro, la difesa viola va in difficoltà.

Caceres 6: in una posizione non sua, esterno a tutta fascia, senza particolari sbavature. (dal 52′ Venuti 6: entra bene in partita, con un buon tiro dalla distanza, ma cala con il passare dei minuti.)

Amrabat 6,5: gioca una partita di tutto rispetto. Sradica la palla dai piedi dei centrocampisti dell’Inter e fa ripartire velocemente i suoi.

Bonaventura 6,5: quando è palla al piede, è sempre difficile togliergliela. Tenta spesso il dribbling, ma non impensierisce Handanovic quando va al tiro.

Biraghi 5,5: tiene bene su Young nel primo tempo, ma quando entra Hakimi viene totalmente annichilito.

Eysseric 5: rientra in campo dopo molto tempo. Si fa ammonire dopo appena 5 minuti e non si fa praticamente mai vedere in avanti. (dal 52′ Vlahovic 5,5: entra e la Fiorentina si sveglia, ma non è lui ad avere particolari occasioni. De Vrij e Ranocchia lo tengono a bada.)

Castrovilli 6,5: gioca da esterno dietro la punta e fa una gran partita. Si fa trovare pronto a far salire la squadra quando serve.

Kouamé 7: gioca un primo tempo brutto, ma nel secondo tempo si scatena, trovando un gol straordinario e causando più di un problema alla difesa nerazzurra. (dal 96′ Callejon SV)

All. Prandelli 6: la sua Fiorentina gioca una grande partita, ma non riesce a vincere nel suo stadio. Risponde bene allo svantaggio, ma nel finale la concentrazione cala e l’Inter trova il gol.

inter

Handanovic 6: non può nulla sul bellissimo gol di Kouamé. Compie qualche buona parata, ma nulla di difficile per lui.

Skriniar 6: blocca in modo pulito Kouamé in occasione del rigore assegnato e poi revocato grazie al Var. (dal 60′ De Vrij 6,5: resta nella posizione occupata dal suo collega. Tiene botta sia a Kouamé che a Vlahovic.)

Ranocchia 6,5: nemmeno una sbavatura per l’ex capitano nerazzurro. Gioca con grande sicurezza da centrale della difesa a tre e impedisce a chiunque di passare.

Kolarov 6: prestazione positiva per l’ex Roma. Non soffre particolarmente Eysseric nel primo tempo e nel secondo tempo si occupa di impostare il gioco.

Young 6 fa il suo lavoro anche se impiegato sulla fascia destra. In avanti si vede poco. (dal 68′ Hakimi 6,5: con il suo ingresso la partita cambia volto. Va vicino al gol per due volte e sventa benissimo un contropiede per i toscani che sarebbe potuto essere letale.)

Vidal 6,5: cambia ritmo il cileno dopo una stagione partita a rilento. Segna il suo primo gol con la maglia dell’Inter su rigore e combatte contro tutto il centrocampo viola (dal 93′ Brozovic 5,5: non entra benissimo in partita. Sbaglia molti passaggi.)

Eriksen 6: Conte ha dichiarato di aspettarsi una grande prestazione dal danese in posizione di regista. Gioca una buona partita, ma non eccezionale. Migliora con il passare dei minuti.

Gagliardini 6: prestazione sufficiente per l’ex Atalanta. Tiene bene palla e fa ripartire spesso la squadra. Dà una mano ad Eriksen, tenendosi più basso. (dall’80 Barella 6,5 : entra con la voglia di spaccare la partita e alla fine ci riesce, perché l’assist del gol-vittoria di Lukaku parte proprio dal suo piede.)

Perisic 6: decisamente meglio rispetto alla gara dell’Olimpico. Bene in ripiegamento, è bravo, quando attacca, nel servire un paio di ottimi assist, sprecati però da Lautaro.

Sanchez 6,5: molto vivace per tutti i 120 minuti. Si procura il calcio di rigore che porta in vantaggio i nerazzurri.

Lautaro 5,5: leggermente sottotono rispetto alle ultime uscite. A inizio ripresa si divora il gol del 2-0. (dal 68′ Lukaku 7: non entra molto bene in partita, con poche occasioni sui suoi piedi. Nel secondo tempo supplementare, però, trova la porta di Terracciano per due volte, ma se nella prima è bravo il portiere dei viola, nella seconda il belga non perdona.)

All. Conte 6,5: l’Inter domina, con molte occasioni, ma come si è già visto durante la stagione, non riesce sempre a concretizzarle. I cambi questa volta ripagano, con l’asse Barella-Lukaku che manda i nerazzurri ai quarti di Coppa Italia.

 

A cura di Claudio Savino

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Claudio Savino

Claudio Savino

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più