Quantcast

Banner Gori
GdF ROAN, Reparto aeronavale Bari
Senza categoria

GdF ROAN, Reparto aeronavale: sequestro di draga per 2 milioni di euro

GdF ROAN, REPARTO OPERATIVO AERONAVALE BARI SEQUESTRATI OLTRE 152 CHILI DI MARIJUANA E 26 KG DI HASHISH PER UN VALORE DI 2 MILIONI DI EURO

GdF ROAN, Reparto aeronavale: sequestro di draga per 2 milioni di euro

CASTRO (LE): I MEZZI AERONAVALI DELLE FIAMME GIALLE PORTANO A TERMINE UN’ALTRA OPERAZIONE CONTRO I TRAFFICI ILLECITI. FERMATA UN’IMBARCAZIONE CON UN INGENTE QUANTITATIVO DI MARIJUANA E HASHISH. ARRESTATI I DUE SCAFISTI.

L’intervento è stato condotto da una vedetta velocissima del Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza di Bari, chiamato a contrastare i traffici illeciti via mare diretti in Puglia, in collaborazione con il Gruppo Aeronavale della Guardia di Finanza di Taranto, specializzato in operazioni a largo raggio nonché “Local Coordination Center” per l’operazione internazionale “THEMIS 2020” coordinata dall’”European Border and Coast Guard Agency” (Frontex).

In particolare, il dispositivo aeronavale diuturnamente impiegato per il contrasto ai traffici illeciti via mare intercettava, in pieno giorno, un’imbarcazione che ad alta velocità dirigeva verso la costa. Una vedetta velocissima della Sezione Operativa Navale di Otranto, impiegata anche con compiti di Polizia del Mare, dopo un breve inseguimento, fermava, a poche miglia dalla costa, l’imbarcazione con il suo carico di droga.

I finanzieri rinvenivano a bordo, abilmente occultati in un doppio fondo, circa 152 kg. di marijuana e 26 kg. di hashish che al mercato clandestino avrebbero fruttato quasi 2 milioni di euro.

Il natante utilizzato per l’illecito traffico, un’imbarcazione di circa 6 metri, è stata sottoposta a sequestro, mentre i due scafisti, un italiano e un albanese, sono stati tratti in arresto per detenzione e traffico di sostanze stupefacenti e posti a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.

L’operazione aeronavale portata a termine stamattina, conferma l’efficacia del dispositivo di presidio marittimo messo in atto dalla Guardia di Finanza quale “Polizia del mare”, a contrasto dei traffici illeciti rivolti verso i confini nazionali e dell’Unione Europea.

La perfetta sinergia tra la componente aeronavale del Corpo, i mezzi Frontex e i Reparti territoriali delle Fiamme Gialle, nonché la stabile e consolidata collaborazione con le Autorità di Polizia albanesi, per il tramite del Nucleo di Frontiera Marittima della Guardia di Finanza di stanza a Durazzo, sta consentendo, grazie anche ai proficui rapporti di collaborazione con le varie Procure della Repubblica, di contrastare efficacemente i sodalizi criminali che gestiscono il traffico internazionale di sostanze stupefacenti.

Cristina Adriana Botis

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. È possibile richiedere autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo.

Print Friendly, PDF & Email
https://alleanzalavoro.it/

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più