Quantcast

Banner Gori
san catello logo
Sud - terza pagina

Associazioni insieme tre giorni per la festa di San Catello

Iniziative il 17,18 e 19 gennaio in aggiunta ai festeggiamenti religiosi per celebrare San Catello. A proporle alcune associazioni del territorio

Associazioni insieme tre giorni per la festa di San Catello

Castellammare di Stabia – Il 19 di gennaio si celebra San Catello, patrono di Castellammare di Stabia.

Giorni di preghiera e di soli festeggiamenti religiosi che sono stati avviati il 10 gennaio scorso e andranno avanti sino al 19, giorno in cui la statua del Santo sarà portata in processione dai fedeli stabiesi per le vie del centro storico, con la tradizionale sosta al cantiere.

In programma, quest’anno, si sono aggiunti ai tradizionali festeggiamenti, altri momenti che si terranno nel centro antico, con la finalità di far conoscere meglio la città, con l’auspicio, tanto è stato affermato in una nota stampa “che il Santo interceda presso il Padre per salvare e proteggere la Nostra città così bella di ricchezze naturali a volte non valorizzate”.

Iniziativa promossa dal parroco della Concattedrale, che ha patrocinio del Comune di Castellammare e vede presenti alcune associazioni del territorio, soprattutto quelle che operano nel centro storico, e che sono state coinvolte per l’occasione.

Tre giorni di un ricco programma, il 17, 18 e 19 gennaio, alla riscoperta e alla conoscenza di alcune parti del centro antico, con visite guidate di mattina per gli alunni delle scuole che hanno inteso aderire e di pomeriggio per la cittadinanza.

Nella sagrestia della chiesa del Gesù sarà allestita, a cura della locale sezione dell’Associazione Nazionale Marinai d’Italia, di Libero Ricercatore e Pro Natura, una mostra sul cantiere navale stabiese.

Venerdì 17, alle 10,30, l’Associazione l’Incrocio delle Idee, allestirà e poi si preoccuperà della manutenzione, dei vasi prospicienti il Museo Diocesano, mettendo a dimora piante sempre verdi.
Nello stesso giorno, alle ore 20, concerto nella Chiesa del Gesù, che ha anche lo scopo di fare una raccolta fondi per la costruzione di alloggi universitari in Burkina Faso.

Sono previsti gli interventi di Peppe De Rosa, Franco Cecere, Lello Muollo, Carmine Passaro, Salvatore Scafarto, 88 Music Lab Il laboratorio della Musica, e Mousikè Clarinet Ensamble.
Sabato 18 ancora un concerto, ma in Concattedrale, dell’orchestra giovanile del Liceo scientifico F. Severi.

Il programma si estende anche dopo la festa di San Catello, il 21 alle ore 17, presso la sede del CPS, una conferenza sul tema: “San Catello Patrono dei Migranti”.

Nei giorni 18 e 19, le associazioni che hanno aderito all’invito del parroco, saranno presenti, nella piazza antistante la Concattedrale, la cosiddetta “Canestra”, a raccontare alla città il lavoro che giornalmente da volontari svolgono.

Le associazioni presenti, oltre la stessa Chiesa, sono: Progetto Famiglia Sorrento Castellammare, Archeoclub Stabiae, Myo, Aquilone azzurro, Incrocio delle Idee, Marinai d’Italia, Rho, Libero Ricercatore, Comunità Promozione e Sviluppo, Tabor, Pro Natura, 88 Mucic Lab, Liceo Scientifico F. Severi.
Giovanni Mura

Print Friendly, PDF & Email

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

WhatsApp chat