Quantcast

Sud - cronaca

Sorrento, violenza sessuale e lesioni a una donna: marocchino assolto

Il ribaltone arriva dopo 5 anni

Violenza sessuale, lesioni e ingiurie ai danni di una donna di Sorrento: ecco le accuse dalle quali la quarta sezione della Corte d’appello di Napoli ha assolto il marocchino Abdul Ghafar Naurozi, ex dipendente di un ristorante nella zona collinare della città.

L’uomo, secondo il pubblico ministero, avrebbe afferrato con la forza la titolare del locale presso il quale era stato assunto, toccandole le parti intime e procurandole lividi a un braccio, per poi insultarla. Per questi fatti, a gennaio 2013, Naurozi era stato prima denunciato, poi rinviato a giudizio e infine condannato a un anno e otto mesi di carcere (con pena sospesa) dal Tribunale di Torre Annunziata. Ora, a distanza di cinque anni, arriva il ribaltone: la Corte d’appello ha assolto il marocchino, assistito dall’avvocato Luigi Alfano, dalle accuse di violenza sessuale e lesioni perché il fatto non sussiste; l’uomo non dovrà rispondere nemmeno di ingiurie, reato abrogato a inizio 2016.

Print Friendly, PDF & Email

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania