Quantcast

Luigi-De-Magistris
Sud - cronaca

Napoli si lecca le ferite dopo il maltempo: scatta l’ira di De Magistris

Le scuole restano chiuse

L’allerta era stata diramata venerdì dagli uffici della Protezione civile regionale a tutti i comuni campani. Un’allerta ‘gialla’ ma con la specifica di “vento forte o molto forte dai quadranti meridionali, con raffiche nei temporali. Mare agitato o molto agitato, con possibili mareggiate lungo le coste esposte”. E, ulteriore avvertenza: “si raccomanda di prestare particolare attenzione alle sollecitazioni dei venti (pali della luce…), e le aree alberato del verde pubblico”.

Ma la polemica monta uguale: a scatenarle il sindaco Luigi de Magistris che parla “dei notevoli danni della non prevista, nella sua eccezionalità, ondata di maltempo, tenuto conto della sola allerta gialla, criticità ordinaria, diramata dalla competente protezione civile”. Raffaele del Giudice, assessore a palazzo San Giacomo con la delega alla Protezione civile sino a venerdì alle 13 prima del rimpasto, attacca: “Era un’allerta gialla, non arancione come una settimana fa. Ma dopo la morte dello studente universitario non voglio alimentare polemiche”. Replica secca e lapidaria dalla Protezione civile campana: “Il codice colore non si riferisce al vento ma alle criticità idrogeologiche (frane, alluvioni) connesse alle precipitazioni piovose”. Per capirci è la scala del rischio che viene diramata, dopo la frana di Sarno del maggio 1998, alla vigilia di precipitazioni pesanti che possano mettere in pericolo la popolazione.

Print Friendly, PDF & Email

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania