Quantcast

Sud - cronaca

Napoli, caos permessi per sosta invalidi: multati portatori di handicap

Il Comune termina i bollini e li sostituisce con timbri senza ologramma anti contraffazione

È diventato un caso il rilascio dei tagliandi che autorizzano il parcheggio gratuito nelle strisce blu per i portatori di handicap. I permessi dal 2012 sono in formato europeo e a Napoli, per evitare le truffe, sono dotati anche di un bollino ologrammato che ne evita la contraffazione, rendendoli non duplicabili. Ma il Comune ha esaurito da tempo questi ologrammi e ha deciso di sostituire i tagliandi per la sosta con un semplice timbro per i permessi rilasciati negli ultimi mesi. Una decisione presa d’urgenza che ha causato gravi problemi.

I “nuovi” permessi sono duplicabili ed è complicato per gli ausiliari del traffico distinguere quelli veri da quelli falsi, anche perché da Palazzo San Giacomo nessuno si è preoccupato di avvisare gli addetti alla sosta e polizia municipale del problema degli ologrammi. Il risultato ha portato gli ausiliari a multare i portatori di handicap che hanno il diritto di parcheggiare nelle strisce blu, in quanto il loro permesso, senza ologramma, è stato ritenuto contraffatto.
La vicenda si è trascinata per settimane ed è approdata anche in consiglio comunale con il presidente della commissione mobilità Gaetano Simeone, che ha chiesto chiarimenti sul caso: “Resto esterrefatto dal pressappochismo con cui si continua ad andare avanti. Ma è mai possibile che la terza città d’Italia non abbia la possibilità di fornirsi preventivamente di un adeguato numero di bollini? Ed è mai possibile che nessuno abbia pensato di comunicare a polizia municipale e ausiliari del traffico l’emissione di questi contrassegni senza ologrammi?”
Chiamata in causa sulla vicenda, l’assessora al Welfare, Roberta Gaeta, ha attivato i suoi uffici che tramite la dirigente Giulietta Chieffo sottolineano in una nota che l’ologramma non è obbligatorio ma che il Comune ha ritenuto opportuno apporlo al fine di prevenire abusi e contraffazione dell’autorizzazione.
Chieffo spiega: “In questi ultimi mesi si è registrato un notevole incremento di richieste di contrassegni, esaurendo in breve e prima del previsto tutta la scorta di ologrammi e, nonostante siano state avviate le procedure di acquisto degli stessi, la fornitura non è pervenuta in tempo utile, per cui il rilascio del provvedimento autorizzatorio è stato garantito in continuità, nel pieno rispetto delle indicazioni della normativa vigente”.
Secondo il Comune la mancanza dell’ologramma sul contrassegno non condiziona la validità dello stesso, tant’è che numerosissime auto, provviste di contrassegno H che quotidianamente affluiscono in città risultano quasi sempre prive di ologramma.
Peccato però che a Palazzo San Giacomo hanno dimenticato di avvisare gli ausiliari dell’Anm e i vigili urbani del problema. Dalla prossima settimana, la fornitura di ologrammi dovrebbe arrivare, almeno così assicurano dall’assessorato al Welfare. Quindi i nuovi tagliandi rilasciati saranno di nuovo forniti del contrassegno anti contraffazione. Per quelli sprovvisti, dall’ufficio dell’assessore Gaeta assicurano che provvederanno a fornire al comando dei vigili urbani i numeri di serie dei contrassegni rilasciati senza ologramma. Decisione quantomeno tardiva che costringerà chi ha subito le multe a presentare dei ricorsi per ottenere l’annullamento delle multe che comporteranno un aggravio di spese anche per l’amministrazione comunale.

Print Friendly, PDF & Email
Tags

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania