Quantcast

Sud - cronaca

Ischia, via libera per i contributi alle case abusive colpite dal terremoto

Sì a terzo condono e decontribuzione

Sì a terzo condono e decontribuzione, no a defiscalizzazione e ampliamento delle piante organiche dei Comuni per far fronte all’emergenza ricostruzione. A conti fatti sono questi i punti principali delle misure che il governo ha introdotto specificamente al capitolo che riguarda la ricostruzione post terremoto a Ischia, e contenute nel maxi-decreto per Genova, pubblicato ieri in Gazzetta ufficiale e dunque pronto per l’esame del Parlamento.

I sindaci di Casamicciola Terme, Lacco Ameno e Forio portano a casa, assieme al colpo ‘epocale’ dell’inserimento del terzo condono edilizio nella fascia degli interventi di ricostruzione che saranno contribuiti dallo Stato, la possibilità di avere anche per i terremotati isolani il vantaggio di fruire della decontribuzione alla stregua di quanto concesso alle località terremotate del Centro Italia. Ma non ci sarà al tempo stesso quella defiscalizzazione che è stata concessa a Genova e che gli amministratori locali avevano invece reclamato a gran voce. Altolà anche alla richiesta di sbloccare le piante organiche dei Comuni di Casamicciola e Lacco Ameno. La misura era considerata necessaria per consentire l’assunzione di altro personale da adibire agli incarichi tecnici ed amministrativi che si dovranno affrontare durante la lunga fase della ricostruzione post terremoto.

Print Friendly, PDF & Email
Tags

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania