Quantcast

Sud - cronaca

Ischia, tre rinviati a giudizio per la morte dei due sub: i dettagli

Ischia, tre rinviati a giudizio per la morte dei due sub: i dettagli

Ischia, per la morte dei tre sub è stata fatta richiesta di rinvio a giudizio, per tra persone. L’accusa avanzata è quella di omicidio colposo, il tutto a conclusione dell’inchiesta della Procura di Napoli per la morte dei due sub, l’istruttore Antonio Emanato e la sua giovane allieva, Lara Scamardella di Baia, avvenuta il 13 agosto 2017 durante una immersione nelle acque tra l’isolotto di Vivara ad Ischia, nei pressi della ‘Secca delle Formiche’.

Destinatari della richiesta di rinvio a giudizio, firmata dal sostituto procuratore Francesca De Renzis e dall’aggiunto Nunzio Fragliasso, avvenuta a conclusione delle indagini della Guardia Costiera di Ischia e dei consulenti della Procura, sono: il titolare della società di immersione “Sealand Adventure” di Baia e altri due istruttori della medesima società cui si era appoggiato Antonio Emananto in quanto solo tale società aveva l’autorizzazione a fare delle immersioni nel parco marino “Regno di Nettuno”. Seguiranno aggiornamenti sulla vicenda giudiziaria.

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Vincenza Lourdes Varone

Diplomata al Liceo Classico "Plinio Seniore", successivamente laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali presso l'Università degli studi di Napoli, l'Orientale. Attualmente iscritta al corso di Studi Internazionali presso la stessa università, per il conseguimento della Laurea Magistrale.

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania