Quantcast

Banner Gori
Ministro della Salute Giulia Grillo
Ministro della Salute Giulia Grillo
Sud - cronaca

Cetraro (CS), decesso post partum: il ministro Grillo invia task force

Calabria: una 35enne muore dopo il parto. Il ministro Grillo invia una task force all’ospedale Iannelli di Cetraro (CS) per accettarne le cause.

Cetraro (CS), decesso post partum: il ministro Grillo invia task force

Il ministro della Salute, Giulia Grillo, dopo aver appreso della morte di una giovane donna originaria di Rota Greca (Cosenza) che, uscita dalla sala parto, avrebbe cominciato a sanguinare e sarebbe quindi stata riportata nuovamente in sala operata, dove poco dopo è morta, ha dato seguito al provvedimento adottato subito dopo il fatto dal dirigente generale del Dipartimento regionale Tutela della Salute, Antonio Belcastro, ed ha disposto l’invio di una task force, composta da dirigenti del ministero della Salute, Iss, Agenas, Carabinieri del Nas e un delegato delle Regioni.

L’arrivo della “task force” è atteso nelle prossime ore.

Il team, composto da quattro professionisti, effettuerà verifiche e sopralluoghi nel presidio ospedaliero di Cetraro e attività di audit degli operatori sanitari che, a vario titolo, hanno avuto un ruolo nella vicenda. Sulla morte della 36enne, la Procura di Paola ha aperto un’inchiesta, disponendo anche l’autopsia, dopo la denuncia fatta ai carabinieri dai familiari della donna: anche la direzione dell’ospedale di Cetraro ha avviato un’indagine interna.

Il bambino, nato dopo un parto che è stato naturale, sta bene.

Nel merito dell’azione di verifica messa in moto, la ministro Grillo, ha dichiarato:

“Abbiamo il dovere di accertare come sia stato possibile che una donna di 35 anni, già mamma di un bimbo, abbia potuto perdere la vita dopo aver messo al mondo il suo bambino, che per fortuna sta bene, ma crescerà senza la madre. Anche la magistratura ha avviato le sue indagini, ma noi come ministero dobbiamo fare la nostra parte. Lo dobbiamo alla vittima e alla sua famiglia che oggi la piange. Ma lo dobbiamo anche alla Calabria a cui è rivolto il nostro massimo impegno perché torni ad avere una sanità degna di questo nome” .

Sulla morte della 35enne, la Procura di Paola ha aperto un’inchiesta, disponendo anche l’autopsia, dopo la denuncia fatta ai carabinieri dai familiari della donna: anche la direzione dell’ospedale di Cetraro ha avviato un’indagine interna. Il bambino, nato dopo un parto che è stato naturale, sta bene.

Print Friendly, PDF & Email

SPONSOR

www.autoparti.it

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

I nostri ultimi video

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania