Quantcast

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Nord - cronaca

Milano, nuovo blitz al boschetto della droga di Rogoredo

MILANO – Nuovo blitz dei carabinieri e Polizia locale al cosiddetto boschetto della droga di Rogoredo da anni  frequentato da centinaia di tossicodipendenti.

L’operazione ha visto anche la partecipazione di un sessantina di componenti delle forze dell’ordine con cani antidroga e un elicottero dell’Arma.

L’INTERVENTO

Il nuovo blitz delle forze dell’ordine ha portato al controllo di 52 persone, di cui una è stata denunciata per inosservanza del divieto di permanenza sul territorio nazionale e all’abbattimento di 10 baracche costruite abusivamente.

L’ennesimo blitz nell’ormai ritrovo abituale di tossicodipendenti fa parte ormai di un impegno che il Comune si è preso nella lotta alla droga e nel recupero sociale e ambientali di un’area che ancora oggi soffre per il degrado e la presenza di spacciatori e loro fiancheggiatori.

IL BOSCHETTO DEL DEGRADO

L’area del boschetto di Rogoredo si popola ogni giorno di tossicodipendenti di ogni età che trascinano i loro corpi segnati dall’abuso alla ricerca forsennata di qualche euro da spendere per la droga.

Qualche mese fa le Ferrovie hanno iniziato ad alzare muri di mattoni lungo i binari dell’Alta velocità alla fine della spianata deserta di via Orwell, sotto le rampe della tangenziale. Una sorta di «distaccamento» del «boschetto» per non vedere ciò che succedeva tutti i giorni dall’altra parte.

Oltre al muro, sono state tagliate molte piante ed è stato alzato anche un terrapieno a distanza dalla ferrovia. I lavori hanno tolto vie di fuga e possibilità di vendita agli spacciatori, tanto che in via Orwell ne sono rimasti pochi.

 

Print Friendly, PDF & Email

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania