Quantcast
Banner Gori
Durante un servizio antidroga, i CC di Altofonte (PA) hanno arrestato un palermitano
Cronaca Sicilia

Altofonte, incensurato con serra indoor e luce a sbafo

Durante un servizio antidroga, i CC di Altofonte (PA) hanno arrestato un 20enne palermitano per coltivazione, spaccio e furto di elettricità.

I Carabinieri di Altofonte, comune in provincia di Palermo, durante un servizio antidroga nella giornata di ieri, hanno tratto in arresto per il reato di coltivazione, detenzione ai fini di spaccio e furto aggravato G.em. 20enne palermitano, incensurato.

Altofonte, arrestato incensurato con serra indoor e luce a sbafo.

Al termine di un prolungato servizio di osservazione, i militari hanno notato il giovane introdursi in un edificio abbandonato all’interno della quale aveva allestito una serra per la coltivazione “indoor” di cannabis indica, rinvenendo 400 piante già in fase di fioritura.

La serra era munita di materiale fertilizzante, lampade alogene, ventilatori, impianti di riscaldamento, il tutto allacciato abusivamente alla rete elettrica, così come confermato da una squadra di tecnici verificatori ENEL intervenuti sul posto.

La casa, nonché il materiale utilizzato per realizzare la serra, sono stati sottoposti a sequestro; lo stupefacente è stato trasmesso L.A.S.S. del Reparto Operativo di Palermo per le analisi di prassi.

Adduso Sebastiano

I Carabinieri di Altofonte, comune in provincia di Palermo, durante un servizio antidroga nella giornata di ieri, hanno tratto in arresto per il reato di coltivazione, detenzione ai fini di spaccio e furto aggravato G.em. 20enne palermitano, incensurato. Altofonte, arrestato incensurato con serra indoor e luce a sbafo.Al termine di un prolungato servizio di osservazione, i militari hanno notato il giovane introdursi in un edificio abbandonato all’interno della quale aveva allestito una serra per la coltivazione “indoor” di cannabis indica, rinvenendo 400 piante già in fase di fioritura. La serra era munita di materiale fertilizzante, lampade alogene, ventilatori, impianti di riscaldamento, il tutto allacciato abusivamente alla rete elettrica, così come confermato da una squadra di tecnici verificatori ENEL intervenuti sul posto.

Print Friendly, PDF & Email

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più