Quantcast

Tiziana Cantone, suicida
Tiziana Cantone, suicida
Cronaca

Suicidio Tiziana Cantone, la madre pubblica le foto dell’ex: è bufera

Suicidio Tiziana Cantone, la madre pubblica le foto dell’ex: bufera social

La mamma di Tiziana Cantone (video), la ragazza morta suicida dopo la diffusione di un suo video hot, ha pubblicato su Facebook le foto dell’ex fidanzato della figlia. Sergio Di Paolo il suo nome. L’uomo è stato rinviato a giudizio per falso e violazione della privacy proprio nel caso del suicidio della ragazza.

“Per chi non avesse ancora inteso – scriveva Maria Teresa Giglio, mamma di Tiziana, in uno dei post pubblicati sul suo profilo Facebook e poi condivisi anche dalla pagina social dell’associazione ‘Tiziana Cantone per le altre’ – questo è Sergio Di Palo. Prenditi la tua visibilità, volevi restare nell’ombra! Gestivi Tiziana in modo che dovesse essere solo lei a comparire”.

“La caccia alle streghe era riservata alla donna, certo, la donna è una p….l’uomo è un macho – si legge ancora in un post con le foto di Di Palo pubblicato il 25 luglio scorso -. Apriamo i vostri cellulari e pc e vediamo cosa ci troviamo. Mi fate solo pena. La mia bambina aveva solo tanto bisogno di amore e le avete spento il sorriso per sempre, siete tutti colpevoli. Ricordatevene”.

Tantissime condivisioni e commenti contro l’ex fidanzato, molte offese e anche minacce.

L’avvocato di Di Palo chiede la rimozione delle foto: “Abbiamo chiesto a Facebook di rimuovere le due pagine con i post della madre di Tiziana Cantone dove sono presenti le foto del mio cliente, ma il social non sta facendo niente”, lo dice all’Adnkronos Bruno Larosa, avvocato difensore di Sergio Di Palo.

“Così – ribadisce l’avvocato – si sta ripetendo la stessa situazione accaduta a Tiziana: la gogna pubblica. Ma Facebook continua a ignorare la nostra richiesta. Eppure il nome di chi ha pubblicato le foto c’è, è visibile a tutti, ma nessuno fa niente”.

“Capiamo il dolore della mamma e per questo non siamo mai intervenuti, ci siamo sempre messi da parte, ma ora è troppo. Questa è una gogna”. Conclude l’avvocato.

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Luisa Di Capua

Nata il 7 febbraio a Castellammare di Stabia.
Laureata in Lettere Moderne presso l’Università degli studi di Napoli Federico II, con specializzazione magistrale in Giornalismo e Cultura editoriale all’Università degli Studi di Parma.

1 Commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • Siamo alle solite! La vittima, in quanto tale, va prima non difesa e poi, quando tale diventa, pubblicizzata in ogni modo ed ogni dove con anche dibattiti con o anche, spesso, senza senso.

    “L’abusante”, il/la “criminale”, il/la “delinquente” o come vi par chiamare, NO.

    Quello/a va mentenuto/a rigorosamente sereto/a al riparo da ogni “diffusione di suoi dati ed immagine” per la “privacy”, dicono! Sic! Comunque la si rigiri, la legge è sempre “Pro Reo” anche se la cosa fa oggettivamente schifo e, in tanti casi (vedi pedofilia), mette a rischio altri soggetti che, a loro volta, saranno ben pubblcizzati lasciando nell’anonimato il/la “criminale” che, se per caso condannato, potrà comunque appellarsi alla sua privacy e, addirittura, chiedere che sia eliminata la cronaca del caso per il “diritto all’oblio”.

    In questo caso, l’avvocato dell’accusato lamenta che ci sia un effetto “gogna” per il suo assistito e chiede che sia rimosso ogni foto da FB ed altrove.

    Ma dico e chiedo: ma mi scusi, egregio e stimatissimo avvocato, ma perché, quello posto in atto dal suo assistito cosa è stata? Ah già, magari dirà che erabo solo ragazzate, leggerezze e giochi di ragazzo …. se poi sarà un “grande” del foro (come lo sono alcuni specialisti in casi di pedofilia”) arriverà finanche a far passare l’idea che, alla fin fine, erano dimostrazioni d’amore, di troppo amore …. e si può biasimare e condannare qualcuno per “troppo amore”?

    Bah! (Stanislao Barretta)

SPONSOR

-

www.autoparti.it

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania