Quantcast
Banner Gori
Quartiere residenziali a Pechino (afp)
Cronaca

Pechino, nuova emergenza: sprofonda di 11 centimetri all’anno

Quartiere residenziali a Pechino (afp)
PECHINO – Allo smog e alle tempeste di sabbia si aggiunge un nuovo allarme per la capitale cinese: interi quartieri si stanno inabissando a causa dell’eccessivo pompaggio di acqua dal sottosuolo. Il problema comincia a riguardare altre metropoli come Shanghai e Guangzhou
Per gli scienziati, che si sono avvalsi di immagini del sistema satellitare “InSar” che controlla con i radar l’inclinazione della superficie terrestre, anche le altre principali metropoli cinesi stanno lentamente sprofondando. Tra le più colpite, dopo la capitale, ci sono Shanghai, Guangzhou, Tianjin e Hong Kong: qui, oltre al cedimento del terreno, l’incubo è l’innalzamento del livello marino, frutto del surriscaldamento atmosferico. Secondo lo studio, un abbassamento della superficie terrestre di undici centimetri all’anno “mette a rischio la sicurezza sia della popolazione che delle infrastrutture”. L’emergenza investe in particolare il quartiere degli affari di Chaoyang, dove a partire dai primi anni Novanta sono sorti centinaia di grattacieli e transitano i treni ad alta velocità. A rischio c’è però anche il centro storico della capitale, a partire dalla Città Proibita e da piazza Tiananmen.

Pechino si trova al centro di una pianura arida e le sue acque sotterranee, scendendo dall’Himalaya, si sono accumulate nel corso dei millenni. Il livello delle falde si è drammaticamente abbassato negli ultimi quarant’anni, dopo che nell’area metropolitana si sono ammassati oltre 30 milioni di abitanti. Nel 2015 un mega-progetto, grazie a 2400 canali, ha dirottato verso nord 44,8 miliardi di metri cubi d’acqua, garantendo le risorse idriche alla popolazione. La speranza ora è che la falda torni lentamente a caricarsi, spingendo il terreno verso l’alto fino al livello naturale. Il governo ha annunciato ieri il divieto di costruzione di nuovi pozzi in tutta la capitale: per gli scienziati il provvedimento è fuori tempo massimo, ma già “contenere l’inabissamento sotto i dieci centimetri all’anno può scongiurare una catastrofe annunciata”.

vivicentro.it/cronaca – dal nostro corrispondente GIAMPAOLO VISETTI/repubblica / Pechino, nuova emergenza: sprofonda di 11 centimetri all’anno

Print Friendly, PDF & Email
Tags

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più