Juve Stabia – Crotone (1-1): Il podio e il contropodio delle Vespe

LEGGI ANCHE

Visite : 232

L’analisi espressa nel nostro podio e contropodio su Juve Stabia – Crotone racconta del pareggio conquistato dalle Vespe contro i pitagorici.

Aria di festa al Menti per la Juve Stabia, che pareggia col Crotone non negandosi però i festeggiamenti per la Serie B conquistata lo scorso lunedì a Benevento.

Con la promozione già acquistata, il risultato della sfida ai calabresi passa in secondo piano ma la Juve Stabia piena di giovani e seconde linee fa bella figura e solo un’ingenuità del giovane Esposito concede il pari alla squadra di Zauli.

PODIO DI JUVE STABIA – CROTONE (1-1)

Medaglia d’oro

A Marco Bellich, che torna a essere difensore goleador della Juve Stabia. Sesta rete stagionale per il numero 6 gialloblu, che punisce il Crotone con il tocco da attaccante vero in piena area di rigore. Stagione dai due volti per l’ex Vicenza, impeccabile in marcatura difensiva ma anche spesso decisivo in zona gol. Benissimo in entrambe le fasi di gioco. Per Bellich crescita esponenziale insieme a Bachini e per entrambi sarà meritato e stimolante il confronto con la Serie B.

Medaglia d’argento:

ad Enrico Piovanello, scatenato in campo quanto nei festeggiamenti post Benevento. Imprendibile il 99 per gli avversari crotonesi, spesso costretti al fallo per tentare di arginare la vivacità dell’esterno d’attacco stabiese. Non un caso che il primo cartellino giallo per Zanellato arrivi proprio per un fallo su Piovanello. Bravo poi l’ex Padova a lavorare palla sulla corsia destra, direttamente in area, per pescare il destro preciso dell’accorrente Bellich.

Medaglia di bronzo:

Ad Alberto Gerbo, capitano spesso non titolare ma mai in disparte. Pagliuca gli concede la giusta vetrina e il centrocampista garantisce una prova di qualità, dove spiccano giocate di fino e lanci precisi. Guidata bene la manovra, Gerbo non si fa mancare anche il lavoro sporco (su di lui arriva il fallo che lascia il Crotone in inferiorità numerica), giustamente guadagnandosi i meritati applausi del pubblico.

CONTROPODIO

Inevitabilmente, lanciando tanti giovani in campo contro un avversario di assoluta qualità, il rischio di vedere qualche errore di gioventù c’è. Lo sa bene Matteo Esposito, il cui unico errore costa caro alla Juve Stabia: sbagliata la misura del passaggio destinato a Buglio, che diventa un omaggio per il pari di Tumminello. Una piccola disattenzione senza conseguenze che non intacca le doti da portiere puro di Esposito, cresciuto tanto sotto la guida di Petrazzuolo e certamente in fase di ulteriore miglioramento.


Juve Stabia TV


F1, FP2 GP Monaco: Leclerc detta il passo, ma ottimo Hamilton

La premessa va fatta ed è sempre la stessa: è solo venerdì, siamo solo nelle prove libere, ma dalle FP2 del GP di Monaco...
Pubblicita

Ti potrebbe interessare