Daniela Saraco: Donne non abbiate paura di esprimere le vostre emozioni gialloblè

Dopo tanto tempo, grazie all'intervista a Daniela Saraco che ci ha concesso il suo tempo, riprende l'appuntamento con la rubrica "La Vespa Rosa"

Dopo tanto tempo, grazie all’intervista a Daniela Saraco che ci ha concesso il suo tempo, abbiamo il piacere di informarvi che abbiamo riattivato l’appuntamento con la rubrica “La Vespa Rosa”. Ricordiamo a tutti i nostri lettori che questa nostra rubrica ci racconta la passione e le emozioni delle tifose della Juve Stabia.

Queste sono state le parole di Daniela Saraco:

Da quando tempo sei tifosa della Juve Stabia?

“Seguo la Juve Stabia in modo completo e passionale solo da tre mesi anche se da sempre, come cittadina Stabiese, sono stata attratta dai colori gialloblù ma con poca attenzione ai particolari, alla società e alla squadra. Ora invece cerco di sapere tutto quello che riguarda la rosa di calciatori e non solo del mondo gialloblè che secondo il mio modesto parere rappresentano una grande realtà del calcio italiano.”

Cosa ti ha spinto ad avvicinarti di più alla realtà Juve Stabia?

“Sicuramente l’amicizia con alcuni tifosi della curva mi ha fatto provare il brivido della fede. Poi da giornalista, è stata la grande professionalità dei miei colleghi ad influenzarmi della febbre gialloblù.”

Chi è il calciatore preferito di Daniela Saraco?

Ti dirò, mi piace sempre godermi il presente, per cui preferisco indicarti un giocatore di questa annata. Sembrerà banale ma è Maggioni il giocatore che più mi convince perché oltre le doti calcistiche possiede molto cuore ed intelligenza, qualità indispensabili per essere un giocatore di classe.

Cosa ti sta colpendo di più dell’attuale Juve Stabia?

“Già dalle prime partite ed allenamenti congiunti, ho sempre respirato un buon profumo di complicità, collaborazione e supporto. Durante il match contro il Monopoli, inoltre, ho osservato due scene meravigliose: l’ incoraggiamento di Ricci a Silipo e l’abbraccio tra Caldore e Cinaglia.

Sicuramente nelle scelte tecniche di calciomercato la società nonché il DS Di Bari hanno dovuto fare letteralmente i “ conti” con l’economia societaria e la scelta di ciò che il mercato poteva offrire.

Ma tutto sommato, con un grande acquisto fatto come Mister Colucci, credo che la squadra stia venendo fuori, con tenacia, sacrificio e ambizione.

Si, mi piace la nostra rosa attuale.”

Cosa pensa Daniela Saraco della mancata assegnazione alla Juve Stabia del titolo del 1945?

La vita è piena di ingiustizie ed il mondo del calcio non ne è esonerato.

Basti pensare alla mancata conquista dello scudetto.

Il primo posto nel “Campionato Campano” del 1945, successivamente denominato Campionato dell’Italia liberata. Una vittoria mai riconosciuta a livello ufficiale dalla FIGC.

Un’ingiustizia che ha innescato numerose istanze.

Alla fine questo episodio segna ed insegna che nella vita non tutto ciò che si merita arriva.

Dei 6 gol segnati dalla Juve Stabia qual’è quello che ti è piaciuto di più?

“Il gol più bello di quest’anno nelle prime quattro partite di campionato è stato quello di Altobelli contro la Gelbison.”

Daniela Saraco andrà in trasferta al seguito della Juve Stabia?

Si. Sono stata a Pagani per la partita con la Gelbison anche se non si può parlare di una vera trasferta. Per le prossime penso che la trasferta più bella sarà quella che mi emozionerà di più, non solo da giornalista, ma da tifosa.

Quali aggettivi ti senti di assegnare alla Juve Stabia

“Compatta, variegata, tenace, attenta, collaborativa, gustosa, come gli ingredienti che Mister Colucci sta preparando per tutti i tifosi.”

Daniela Saraco Juve StabiaIl tuo portafortuna legato alle Vespe?

“Il mio portafortuna sono le mie scarpette personalizzate con i baffi della Nike gialloblù.”

Ci puoi raccontare il tuo rito scaramantico, se ne hai uno?

“Il mio rito scaramantico di quest’anno è “Giovanni chi?”

Quali speranze sportive ripone Daniela Saraco nell’attuale Juve Stabia?

“Tutto ciò che sembra, spesso, non è ma ciò che continua sempre ad essere. Proprio come la rosa di quest’anno della Juve Stabia, tanto criticata ma che secondo me ci darà grandi soddisfazioni.”

Vuoi fare un appello alle donne di Castellammare di Stabia?

“Care donne stabiesi, vi consiglio di seguire la #juvestabia per condividere con i vostri uomini una cultura ed una fede tanto folcloristica quanto passionale.

Per chi è single, invece, consiglio di diventare una vespa perché l’emozione che si prova al campo è talmente viva e vera da non essere spiegata.

Ciao a tutte.”

Il messaggio di Daniela Saraco ai tifosi gialloblè?

“Alla nostra tifoseria tutta, al dodicesimo uomo in campo, dico che il vostro calore entra dentro, in profondità.

E’ bello vedervi uniti per un ideale senza nessun altro scopo.

Perché lo Stabia non si discute, si ama!”

Ringraziamo Daniela Saraco per questa intervista e invitiamo anche le altre donne che stanno leggendo questo articolo di proporsi per il prossimo appuntamento della nostra rubrica “La Vespa Rosa”.

A cura di Patrizia Esposito (La Vespa Regina)

Commenta

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ULTIME NOTIZIE

Ti potrebbe interessare

ViviCentro TV