Le pagelle di Virtus Francavilla-Juve Stabia (0-1) a cura di Natale Giusti

Juve Stabia Pagelle-della-Redazione-Sportiva

Le pagelle di Virtus Francavilla-Juve Stabia (0-1) a cura di Natale Giusti. Vespe che dominano al “Giovanni Paolo II” e portano a casa 3 punti fondamentali

Le pagelle di Virtus Francavilla-Juve Stabia (0-1) a cura di Natale Giusti

 

Vittoria fondamentale per la Juve Stabia a Francavilla Fontana e tre punti di platino per le Vespe che scalano posizioni nella griglia playoff. Gol vittoria siglato da Francesco Orlando a 4 minuti dalla fine e probabilmente è proprio il calciatore di proprietà della Salernitana il migliore in campo per quanto fatto vedere anche prima del gol decisivo. Analizziamo nel dettaglio la prova delle Vespe nei 94 minuti del “Giovanni Paolo II”.

 

Danilo Russo: voto 7

Grande prova dell’estremo difensore stabiese che, con il passare dei minuti e delle gare giocate, cresce anche in condizione fisica e risulta oggi decisivo nella vittoria importantissima delle Vespe. E’ tornato praticamente il Russo del girone di andata dello scorso campionato di Serie B. Tre interventi decisivi: i due sulle due bordate di Vazquez nei primi dieci minuti di gioco e quello su Maiorino in pieno recupero che salva il risultato alle Vespe.

Erasmo Mulè: voto 7

Una sicurezza in difesa ormai. Granitico quanto basta e anche con dei piedi molto educati non butta via nessun pallone, assicurando nel contempo la sua presenza sempre importante nel cuore della difesa gialloblè. Mai in sofferenza, non si capisce perchè non abbia trovato spazio anche prima in questa squadra.

Magnus Troest: voto 6,5

Una sicurezza in difesa. Trova il tempo anche per delle scorribande palla al piede soprattutto nel corso della ripresa quando trova il varco giusto. In forte dubbio fino alla fine per una forte contusione rimediata con il Catania ma in campo praticamente non ce ne siamo mai accorti.

Giuseppe Esposito: voto 6,5

Valgono per lui le stesse considerazioni fatte per Mulè. Mai in difficoltà. Ormai è una vera sicurezza nella retroguardia gialloblè e anche a Bari si staranno mordendo le mani per averlo ceduto senza pensarci più di una volta. Una conferma piacevole dopo le belle due prove precedenti. Gioca con la sicurezza di un veterano ma è molto giovane ed è solo da dieci giorni a Castellammare.

Jacopo Scaccabarozzi: voto 6

Grande prova di quantità come sempre. Peccato sia penalizzato nel giudizio da un gravissimo errore compiuto nel corso del primo tempo che poteva pesare sulla partita. Sull’assist inavvertitamente fornitogli da Caporale della Virtus Francavilla, si presenta tutto solo davanti a Costa e di sinistro (non il suo piede) mette incredibilmente a lato.

Luca Berardocco: voto 6,5

Solita ottima prova sulla falsa riga delle ultime prestazioni. Stavolta ci aggiunge anche una grande fase di interdizione. Su punizione colpisce l’incrocio dei pali con una traiettoria della palla calciata col suo sinistro che meritava miglior sorte.

Andrea Bovo (dal 36° s.t.): senza voto

Da un contributo di sostanza nel finale arroventato soprattutto dopo il vantaggio siglato da Orlando.

Andrea Vallocchia: voto 6

Stavolta non ai livelli delle precedenti esibizioni. Forse aveva bisogno di tirare un pò il fiato. Ma il suo contributo in mezzo al campo lo da sempre pur essendo meno appariscente di altri occasioni.

Alessandro Mastalli (dal 20° s.t.): voto 6

Il capitano è stato in dubbio fino a poco prima dell’inizio della gara perchè in allenamento prima della partenza per Francavilla Fontana aveva subito un altro risentimento al ginocchio, ma ha comunque voluto giocare ed entrare anche per dare una spinta morale alla squadra. Col crescere della condizione migliorerà di certo anche il suo rendimento in campo. Auguri comunque al capitano anche per il suo compleanno festeggiato oggi nel migliore dei modi con la bella e importante vittoria della squadra gialloblè.

Alberto Rizzo: voto 6

Valgono le stesse considerazioni fatte per Vallocchia. C’è da dire che forse anche la presenza in campo di un trequartista come Orlando lo frena sulle sue scorribande sulla sinistra per non lasciare sguarnito il centrocampo. Meno dentro la manovra di altre volte ma il suo lo fa e anche bene.

Marco Caldore (dal 36° s.t.): senza voto

Giusto il tempo per trovare confidenza con il resto della squadra e fare il suo esordio nella Juve Stabia.

Francesco Orlando: voto 7,5

Decisamente il migliore in campo. Fa un gran gol di testa da vero centravanti su assist al bacio di un ottimo Tommaso Fantacci subentrato nella ripresa. In un’altra occasione ad inizio secondo tempo fa tutto bene tranne il tiro finale. Inizia dietro le punte per finire a svariare da esterno sulla fascia sinistra in una sorta di 3-4-3. Ma il suo lo fa sempre ottimamente anche prima del gol con giocate di alta scuola.

Gennaro Borrelli: voto 6

Una prova di livello inferiore rispetto alle due precedenti con Vibonese e Catania. Ma è sempre nel vivo del gioco di attacco e in un paio di occasioni va al tiro nell’area di rigore ben contrastato dagli avversari.

Tommaso Fantacci (dal 20° s.t.): voto 6,5

Entra molto bene con un buon approccio alla gara. Il suo assist per il gol di Orlando con un perfetto cross è la cosa migliore della gara ma appare in netta crescita rispetto all’ultima sua apparizione con la Vibonese. E’ tra i protagonisti nel finale di gara.

Alessandro Marotta: voto 6

Fa a sportellate con gli avversari e fa valere la sua esperienza. In una occasione va al tiro da posizione defilata in area di rigore e impegna Costa in una parata non facile. Col crescere della condizione fisica migliorerà anche il suo rendimento a suon di gol.

Pasquale Padalino (allenatore): voto 7

Stavolta legge molto bene la partita e i cambi arrivano al momento giusto quando il Francavilla appare in debito d’ossigeno nel secondo tempo. Cambi stavolta anche decisivi: entra Fantacci, tra i migliori nel finale, e serve un grande assist per il gol di testa di Orlando. Modulo 3-4-1-2 sempre più convincente, segno che veramente con il cambio modulo questa squadra ha cambiato decisamente registro. Bellissimo l’abbraccio finale con ogni singolo giocatore al termine della gara. Segno che la squadra è nelle sue mani e che c’è grande unità d’intenti tra staff tecnico e gruppo dei calciatori.

 

a cura di Natale Giusti 

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo.