“Il Povero Piero” commedia che andrà in scena il 9 e 10 gennaio 2020

la compagnia che metterà in scena il Pvero Pietro

La compagnia teatrale (Foto fornita dall'organizzazione)

Un lavoro di Achille Campanile ripreso da una compagnia locale capeggiata da Giulia Conte. In scena il 9 e 10 gennaio al Teatro Supercinema di Castellammare

“Il Povero Piero” commedia che andrà in scena il 9 e 10 gennaio 2020

Castellammare di Stabia – Un simpatica locandina, che comincia a circolare sul web, sta annunciando la programmazione di uno spettacolo teatrale di una compagnia locale che sta operando per mettere in scena un lavoro con temi e riflessioni quanto mai attuali.

“Il Povero Piero”, una delle commedie più esilaranti di Achille Campanile, che mette in evidenza, in una particolare situazione, a nostro avviso estendibile a molte altre, l’ipocrisia delle buone maniere per l’occasione, luoghi comuni, sentimenti falsi, pareri e sentimenti non detti, piccole ombre della vita quotidiana di tutti noi.

Un progetto dell’agenzia Jukà capitanata da Giulia Conte che siamo andati a trovarla mentre, insieme a tutta la compagnia, stava facendo le prove di questo difficile lavoro che tratta un argomento serio, la morte, trattato con leggerezza, gioiosità e che si articola e si sviluppa attraverso situazioni paradossali, equivoci, ironia.

Sul palco del Teatro Supercinema di Castellammare di Stabia, il 9 e 10 gennaio prossimo, con inizio ore 21, si esibiranno 15 attori e anche 5 musicisti che “saranno chiamati a interagire, di volta in volta con i vari personaggi creando movimenti di scena divertenti”.

Sarà il maestro Salvatore Torregrossa, a dirigere “La Povero Piero Band”, e che per l’occasione ha composto musiche e arrangiamenti originali.

“E’ un progetto ambizioso, affascinante e che riserva grosse responsabilità – ha dichiarato al nostro giornale Giulia Conte – anche se, per quanto io, fondamentalmente pazza insieme a tutta la compagnia, qualche preoccupazione, con l’approssimarsi del debutto, comincia ad aleggiare in me, sia per quanto riguarda l’aspetto squisitamente organizzativo che economico”.

Ma la sua forza, ci ha ancora detto, è l’insieme di professionisti che hanno condiviso il progetto e il sostegno di tanti amici, il supporto indispensabile di Giusy Somma e sicuramente il sostegno di quanti decideranno di andare a vederli.

Altro ci ha raccontato la dinamica e instancabile donna di teatro, attrice, regista e autrice, ma evitiamo di rivelare altro perché crediamo valga sicuramente la pena scoprire il tutto personalmente andando a vedere lo spettacolo.

Le note di regia sono riprese da un allestimento del compianto regista teatrale Alfonso Guadagni.
Sul palco Giulia Conte, Sandro Fedeli, Lello Muollo, Pino Palmieri, Cira Conte, Alessandro Langellotti, Benito Previtera, Martina Amato, Gaetano Aiello, Giusy Somma, Tonino Scala, Giuliana Mura, Teresa Buonaiuto, Roberto Fiorentino.

L’orchestra, come già riportato, è diretta dal Maestro Salvatore Torregrossa, ed è composta da Nico Sommese, Gianfranco Campagnoli, Antonello Buonocore, Leonardo De Lorenzo. La voce è di Rosalba Alfano.

Riportiamo di seguito alcuni numeri telefonici per la prevendita dei biglietti d’ingresso 3496133307 – 3314853339
Giovanni Mura