Quantcast

Banner Gori
Tennis Wimbledon

Le semifinali di Wimbledon con i tre “soliti noti”

Rafael Nadal, Roger Federer e Novak Djokovic, il terzetto delle meraviglie verso le semifinali di Wimbledon

 di Francesco Caia

Wimbledon NEWS- Siamo arrivati alle semifinali del celeberrimo torneo inglese e, come di consueto, a contendersi il primato sono sempre i tre fuoriclasse: Rafael Nadal, Roger Federer e Novak Djokovic.

Il terzetto delle meraviglie prosegue il proprio cammino corale verso il trono del regno Britannico. Ha edificato un impero universale tennistico prendendo come esempio Alessandro Magno: però, invece di assoggettare popolazioni e conquistare terre, vincono e battono record, fin ad allora inimmaginabili. Come il comandante macedone utilizzava strategie e virtù da vero re, così i tre fenomeni del tennis corrono nel rettangolo di gioco disegnando geometrie sensazionali.

Wimbledon. Semifinali. 4 posti. Nadal, Federer, Djokovic e Bautista Agut. Ormai non si resta più esterrefatti qualora vengano letti i nomi del maiorchino, dello svizzero e del serbo che occupano ¾ del tabellone. Per la tredicesima volta il trio approda a braccetto nel penultimo atto di uno Slam. Sono sempre loro a contendersi i tornei più prestigiosi e importanti, perciò si è appurato che per ottenere grandi risultati l’esperienza e la forza mentale sono caratteristiche indispensabili. Un dato che colpisce: correva l’anno 2016 quando, per l’ultima volta sino ad ora, nessuno dei tre marziani ha trionfato in uno Slam (US Open vinto da Wawrinka); di lì in poi è stata una supremazia totale. Il tennis sta vivendo un’apoteosi grazie a questi tre giocatori straordinari che esprimono un livello di gioco sorprendente. E la costante rivalità li ha sempre spinti verso una meta sempre più lontana, determinati ad alzare sempre l’asticella.

I QUARTI DI FINALE

Djokovic ha piegato David Goffin 6-4 6-0 6-2, dopo che il piccolo e dinamico belga era in vantaggio 4-3 30-0 nel primo set; dal secondo parziale, l’ex finalista delle Finals esce dal campo mentalmente: la discriminante dell’incontro (e di questo sport).

Il numero 1 del mondo dovrà affrontare in semifinale la sorpresa Bautista Agut, nel seeding testa di serie n. 23. Lo spagnolo ha superato in 4 set un’altra novità del torneo, Guido Pella – artefice di una prodigiosa rimonta agli ottavi su Raonic, (uno che da queste parti ha disputato una finale) 8-6 al quinto; e nel 3 turno ha spedito a casa la testa di serie n. 4 Kevin Anderson -. All’inizio dei “Championships”, nessuno poteva immaginare, neanche nei pensieri più reconditi, questo piazzamento di Bautista, ma neanche dell’argentino.

Federer batte Nishikori in quattro giochi: il giapponese incute timore a re Roger che cede il primo 6-4, ma torna in carreggiata vincendo successivamente 6-1 6-4 6-4.  Nadal annienta Querrey in tre set riuscendo ad evitare il tie-break del primo parziale, unico in cui c’è stata partita, per non correre pericoli contro i 198 cm dell’americano.

LA SEMIFINALE

 Rafael Nadal vs Roger Federer. Semifinale di Wimbledon. Centre Court. La sfida per eccellenza sul prato sacro per eccellenza. Un match da ammirare per classe, eleganza, rispetto, dirompenza, carattere, motivazioni, l’emozione di potersi entusiasmare e rimanere estasiati davanti a delle giocate sontuose di due fenomeni.

Sarà il 40esimo atto del Fedal; mentre l’ultimo incrocio tra i due a Wimbledon risale al 2008, la meravigliosa “Finale del secolo”: Nadal conduce 2-0, prima di essere riacciuffato per due volte al tie-break (tra cui quello del quarto terminato 10-8) da Federer; al quinto e decisivo set Rafa si impone 9-7 in poco più di cinque ore. Cade sul manto erboso con le lacrime agli occhi per essere entrato nella storia e aver fatto incidere, per la prima volta, il suo nome vicino agli altri campioni di Wimbledon.

copyright-vivicentro

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Maria D'Auria

Maria D'Auria

Giornalista campana di adozione romana. Laureata in giurisprudenza, impegnata nel sociale, appassionata di lettura, scrittura, fotografia. Collaboratrice della testata ViVicentro.it, referente per la Regione Lazio. Esperta di comunicazione, cronaca sportiva, inchieste, eventi.

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Video

Aiutaci a darti sempre di più