Quantcast

SSC Napoli - rassegna stampa

Rinnovo Sarri, quanti dubbi: di top player e ingaggio se ne parlerà nell’incontro decisivo

Nodo cruciale è il progetto della società

Maurizio Sarri ha tutte le intenzioni di restare sulla panchina del Napoli. Lo ha fatto capire chiaramente nel post partita di San Siro contro il Milan. La differenza potrebbe farla solo il progetto che la società vorrà portare avanti, vuole capire se ci sarà la possibilità per continuare a lottare per qualcosa di importante.

Il tecnico toscano, con fare deciso, ha detto che la questione non è assolutamente economica: l’aumento proposto gli basta.De Laurentiis dice di aspettare una risposta da Sarri mentre Sarri prova a ribaltare il tavolo, facendo intuire che e’ lui ad attendere una risposta da De Laurentiis.
Della questione parla anche l’edizione odierna de Il Mattino che scrive:

“E la prima delle domande e’ questa: se dovesse partire qualcuno dei big (per esempio i vari Koulibaly, Mertens, Callejon o Albiol) il patron pensa di fronteggiare con innesti giovani, di prospettiva oppure con altri big, gia’ pronti per il suo gioco? Sarri sarebbe felice se qui arrivassero top player la prossima estate. Evidentemente i nomi sul tavolo del prossimo Napoli non devono piacergli molto. Per esempio, Sarri non farebbe follie per Chiesa. Al contrario di De Laurentiis. Sarri davvero e’ convinto che il club debba fare una serie di passi in avanti: non gli piace, dunque, l’idea di un mercato di basso profilo, e non lo convince l’asticella degli ingaggi che ritiene troppo bassa per il salto di qualita’ e per recuperare il gap con la Juventus e per essere competitivi anche in Champions come De Laurentiis si augura.
A Sarri non convince neppure il piano di crescita della societa’, che non prevede eccessivi investimenti sul centro tecnico di Castel Volturno e sul settore giovanile. Al prossimo summit tra De Laurentiis e Sarri che difficilmente si terra’ subito dopo il big match con i bianconeri, ci dovra’ per forza essere una fumata: bianca o nera. E De Laurentiis avra’ due assi nella manica per dimostrare che il futuro del Napoli e’ roseo: ieri era a Castel Volturno, con l’head of operation Alessandro Formisano, per un sopralluogo ai terreni di gioco del centro sportivo. A maggio inizieranno i lavori di ampliamento della struttura: nuovi campi e tutti rifatti. E lavori anche negli uffici e nella palestre al coperto. Sul mercato difficile che il patron azzurro rivoluzioni la sua politica: vuole giocatori giovani e di prospettiva, come Milik, Zielinski, Hysaj. E il tetto agli ingaggi e’ un dogma inviolabile. Ora tra le due posizioni occorre trovare una convergenza: perche’ Sarri a Napoli resterebbe ancora. E volentieri”.

Print Friendly, PDF & Email

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania